in ,

Omicidio Roberta Ragusa: i figli contro il padre Antonio Logli, ecco perché

Il 6 marzo 2015 inizierà il processo contro Antonio Logli, marito di Roberta Ragusa, rinviato a giudizio con l’accusa di omicidio e occultamento di cadavere. Proprio di questi giorni è la notizia che i figli della donna, Daniele, maggiorenne, e una ragazza, di 13 anni,  si costituiranno parti offese in giudizio. E’ stato il padre stesso ad accompagnare il figlio più grande dai carabinieri per la notifica dell’atto. La costituzione di parte civile dei ragazzi in processo non è semplicemente un atto dovuto.

I due ragazzi sarebbero fermi nel voler trovare il responsabile della scomparsa della mamma, sparita da Gello in circostanze misteriose il 14 gennaio 2012.

Se la responsabilità fosse realmente accertata in capo a loro padre, i figli potrebbero legittimamente avanzare una richiesta di risarcimento perché: sono stati privati dell’amore e della presenza della madre, hanno scoperto dettagli che forse avrebbero preferito non scoprire sulla relazione dei loro genitori, hanno scoperto che Sara Calzolai, che loro abitualmente frequentavano in quanto collaboratrice dell’autoscuola e confidente della madre, era l’amante del padre, e si sono ritrovati a vivere sotto lo stesso tempo con ella. Di più,  l’avvocato Cecilia Adorni Braccesi, di Firenze, è stata nominata curatrice della figlia minore.

Anticipazioni settimanali Il segreto dal 28 al 30 Dicembre: Fernando incastra Gonzalo

caso fortuna loffredo i bambini di Parco Verde vittime di orchi

Caivano, Fortuna Loffredo: scenario horror, i bambini del Parco Verde vittime di orchi