in ,

Omicidio Roma Camillucia, Silvio Fanella: già un tentato rapimento del 2012

Ci sarebbe una nuova pista da seguire per l’omicidio di Roma Camilluccia di Silvio Fanella. Ieri, infatti, sono stati fermati tre uomini che avevano tentato rapimento dello stesso uomo nel 2012. Il raid andò male perchè Fanella uscì di casa in auto e non in motorino come i rapitori si aspettavano. Il gruppo di estorsori voleva il tesoro di Gennaro Mokbel, conservato proprio da Fanella. E ora gli inquirenti sospettano che siano gli stessi uomini ad aver messo in atto il secondo tentativo di rapimento finito in omicidio del 3 luglio scorso.

truffa telecon-fastweb polizia

Intanto, dal letto di ospedale dove è ricoverato in gravi condizioni, parla e si difende Giovanni Battista Ceniti, ex militante di Casa Pound. Nell’appartamento della Camilluccia dove Sivlio Fanella è stato ucciso lui c’era, ma dice di non essere stato lui a sparare. Gli altri membri della banda, ai quali vanno ancora dato un nome, un volto e un ruolo certi, si sarebbero conosciuti in prigione. Uno di loro, degli arrestati ieri, è Roberto Macori: sarebbe l’autista di Gennaro Mokbel, il faccendiere che ha messo in piedi la truffa Telecom Sparkle. Avrebbe architettato lui il tentativo di rapimento di Fanella di due anni fa.

Lui che aveva anche le chiavi della casa di Frosinone dove è stato ritrovato il tesoro in diamanti, contati e orologi. Ma se Macori aveva le chiavi della casa, come mai aveva bisogno di Silvio Fanella per trovare il tesoro? Semplice. Perchè non sapeva dove si trovava nella casa. Le indagini proseguono

Anticipazioni Il segreto mercoledì 9 luglio: Gregoria si trasferisce ad Al Jaral

Concorso Guardia di Finanza 2018

Brescia news, cronaca: arrestato direttore ufficio postale, fatture false per 40 mln