in ,

Omicidio-suicidio a Milano, spunta la lettera d’addio: “Voglio che provi terrore”

Continuano a spuntare nuovi retroscena per il caso di omicidio suicidio a Milano che ha visto coinvolto Piero Maxymilian Di Paola, il 20enne che martedì scorso ha gettato dal settimo piano di un palazzo la sua ex fidanzata, la 19enne Alessandra Pelizzi, gettandosi subito dopo. Il suo sarebbe stato un piano premeditato. A confermarlo, la lunga lettera che il ragazzo avrebbe lasciato ai suoi cari, in cui spiega la follia del suo gesto.

Il giovane 20enne ha voluto spiegare il movente del suo gesto, cosa l’ha spinto a compiere l’omicidio di una persona che diceva di amare: Non mi sono lanciato con lei subito ma anzi le ho prima fatto provare il terrore di perdere tutto amici, famiglia e futuro”. La lettera termina con un consiglio da parte del giovane, ‘sia alle future vittime che ai futuri carnefici’: Dubitate di quelli che ridono sempre a volte non possono semplicemente fare altrimenti e nel frattempo perderanno l’anima”:

donna stalker arrestata in Abruzzo

Abruzzo, donna stalker costretta a indossare braccialetto elettronico: molestava un compaesano

Disordini in Ucraina: deputato filorusso gettato nel cassonetto (VIDEO)