in ,

Orrore nel padovano: padre ammazza la figlia, temeva fosse malata di cancro

Tragica scoperta quella fatta ieri a San Giorgio delle Pertiche, un paese in provincia di Padova, dove padre e figlia sono stati rinvenuti senza vita nella loro abitazione. I protagonisti di questo dramma sono il sessantatreenne Tiziano Gallo e la figlia Alessia di trentatre anni, che secondo le prime voci trapelate avrebbe sofferto di depressione: la ragazza infatti temeva di essere malata di cancro, come la madre scomparsa tredici anni prima e per questo motivo il padre l’avrebbe uccisa, per poi togliersi la vita a sua volta.

Questo l’inquietante scenario delineato dalla polizia, intervenuta sul luogo del misfatto in seguito alla segnalazione di un cugino, in pensiero per i parenti che non si erano fatti vivi nelle ultime ore. “Fateci bruciare e metteteci con Maria” questo l’estremo messaggio di addio scritto da Tiziano su un biglietto, ritrovato accanto al suo corpo che giaceva ai piedi del letto della figlia.

Dopo una notte insonne, l’uomo si sarebbe alzato con l’intento di porre fine alle sofferenze di Alessia e ricongiungersi finalmente alla moglie scomparsa. Avrebbe perciò estratto dal cassetto una pistola, puntata alla tempia della figlia che dormiva ignara nel suo letto e avrebbe poi compiuto il medesimo gesto su se stesso, togliendosi la vita.

Expo 2015: biglietti, tema e altre curiosità sull’Esposizione Universale

meeting hub, sito web

Meeting Hub: il sito web per organizzare eventi