in ,

Orrore a Ravello: 49enne uccide la rivale in amore e la nasconde in una cassapanca

Delitto passionale a Ravello, in provincia di Salerno, dove una donna di 49 anni ha ucciso la sua presunta rivale in amore soffocandola, per poi nasconderne il cadavere in una cassapanca. I carabinieri hanno arrestato la presunta assassina, Vincenza Dipinio, la proprietaria dell’abitazione in cui è avvenuto l’omicidio, dove la vittima, Patrizia Attruia di 48 anni, abitava insieme al suo compagno, Giuseppe Lima, di 50 anni. Tra le due donne c’era un legame d’amicizia ma, a quanto pare, insidiato da una rivalità in amore.

È stato l’oggetto del contendere delle due donne, Giuseppe, a ritrovare il corpo senza vita della compagna. Patrizia Attruia era originaria di Castellammare di Stabia ma si era trasferita da tempo nella cittadina della Costiera Amalfitana, proprio a casa di colei che si è trasformata nella sua aguzzina. È morta soffocata, e il suo corpo è stato rinvenuto dentro una cassapanca. Dalle prime indiscrezioni emerse sembrerebbe che Giuseppe Lima avesse una relazione con entrambe le donne, ed anche lui, oltre la presunta assassina, è stato sentito dal pm del tribunale di Salerno, Cristina Giusti.

Calciomercato Torino ultimissime: Bruno Peres avrebbe detto si alla Roma

menopausa rimedi naturali

Menopausa sintomi, dieta e rimedi naturali per l’equilibrio degli ormoni delle donne