in ,

Oscar 2016 favoriti, ecco chi vincerà secondo l’opinione pubblica

Gli “Oscar 2016” verranno assegnati nella notte del 28 febbraio, mancano circa quattro settimane ma la febbre da statuetta d’oro sta salendo vertiginosamente nell’ambiente cinematografico, soprattutto tra i fan dei candidati favoriti alla vittoria finale. Iniziamo dal “migliore attore”: paradossalmente Leonardo Di Caprio rischia di vincere l’agognata statuetta quando la meriterebbe meno (leggi la nostra recensione) rispetto ad altre apparizioni in cui la star hollywoodiana ha estasiato lo spettatore con le proprie performance. Dovesse succedere l’incredibile colpo di scena con il povero Di Caprio ancora una volta pronto ad essere vittima di “gif” da social network, secondo l’opinione pubblica sarebbe Eddie Redmayne a vincere l’oscar grazie all’interpretazione in “The Danish girl” (la nostra opinione) così da bissare il successo dell’anno passato ottenuto con l’interpretazione in “La teoria del tutto”. Poche chance per Michael Fassbender, protagonista di “Steve Jobs” (Clicca qui) così come risulta improbabile la vittoria dell’Oscar 2016 per Bryan Cranston: l’attore americano, capace di contare ben quattro “Emmy” in bacheca con l’interpretazione fornita in “Breaking Bad”, è alla prima nomination per gli Oscar grazie al ruolo ricoperto “Trumbo”, pellicola in uscita in Italia a metà febbraio (qui tutto il programma del prossimo mese). Ridotte al lumicino le speranze per Matt Damon, candidato al premio Oscar con il ruolo interpretato in “The Martian”. Come “migliore attore non protagonista” Sylvester Stallone sembra destinato ad arricchire la sua ricca bacheca con un altro premio per “Creed”. Attenzione a Mark Rylance, gli esperti del mondo cinematografico sono convinti che la vittoria di Stallone sia meno scontata del previsto e proprio l’attore impegnato in “Il ponte delle spie” (qui) potrebbe rovinare i piani dei fan della star hollywoodiana. Molto indietro, rispetto ai due principali candidati, Christian Bale interprete in “La grande scommessa” e Tom Hardy presente nel cast di “The Revenant”. Quasi nessuna speranza di poter gioire per Mark Ruffalo con “Il caso Spotlight”.

Il premio “Oscar 2016” per la “migliore attrice” vede la bella Brie Larson nettamente favorita con il ruolo svolto in “Room”, film in uscita nelle sale cinematografiche italiane il 3 marzo 2016 dove la Larson impersonerà una madre alle prese con un rapporto particolare con il piccolo figlio. Saoirse Ronan potrebbe insediare la Larson con il lavoro svolto per “Brooklyn”: l’attrice irlandese è alla seconda nomination ai premi “Oscar” dopo la nomina come “attrice non protagonista” nel 2008. Potrebbero essere outsiders la Lawrence, protagonista in “Joy” (qui maggiori informazioni) e Cate Blanchett, andata in scena sul grande schermo con “Carol” (leggi) e già abituata ai premi “Oscar” avendo vinto la statuetta d’oro nel 2014 con “Blue Jasmine”. Impossibile, secondo l’opinione pubblica, il successo per Charlotte Rampling impegnata in “45 years”. Molto più equilibrata l’assegnazione per il premio alla “migliore attrice non protagonista” in cui Alicia Vikander (The Danish girl) e Rooney Mara (Carol) promettono di darsele di “santa ragione” per conquistare la statuetta d’oro. Dalle retrovie, però, potrebbe spuntare la Winslet con la performance fornita in “Steve Jobs”. Molto più staccata la Leigh, impegnata dal 4 febbraio con “The Hateful eight” così come la Mcadams nel “Caso Spotlight”.

Equilibratissima la corsa per vincere l’Oscar 2016 nella sezione “migliore film”: “Il caso Spotlight” (qui la nostra recensione) è leggermente favorito rispetto a “La Grande scommessa” ma è davvero una lotta serrata tra questi due capolavori cinematografici. Poco più dietro “The Revenant” mentre staccatissime pellicole come “Mad Max: fury road” o “The Martian”. “The Revenant”, invece, potrebbe ottenere un altro premio con l’assegnazione dell’Oscar al regista Inarritu che, però, deve battere la concorrenza di Mckay, produttore de “La grande scommessa”. Non ci sarebbe da sorprendersi in caso di vittoria di qualche altra star della macchina da presa: George Miller con “Mad Max: fury road” e Thomas McCharty con “Il caso Spotlight” potrebbero rovinare la festa dei favoriti. Sarebbe clamorosa, invece, la vittoria di Abrahamson, regista candidato grazie alla realizzazione di “Room”. Neanche a dirlo, “The Revenant” dovrebbe avere la meglio, secondo l’opinione pubblica, per la nomination alla “migliore fotografia” e non sembra esserci particolare discussione in merito nonostante la concorrenza di “Mad Max: fury road” e di “Sicario”. Come “miglior film straniero” dovrebbe portare a casa la statuetta d’oro “Il figlio di Saul” senza alcun dubbio mentre come “miglior film d’animazione” sembra scontata la vittoria per “Inside Out” (leggi la nostra recensione). Chiudiamo con l’assegnazione del premio “Oscar 2016” per il “miglior film documentario” dove tutto fa pensare a un’agevole vittoria per “Amy” del regista Asif Kapadia in cui si ripercorre la vita di Amy Whinehouse.

PROSTITUTA LANCIATA DA AUTO IN CORSA

Brescia: uccide moglie a coltellate, scappa e si schianta contro un tir

gabriel garko fertio

Gabriel Garko ferito a Sanremo: Eva Grimaldi preoccupata per l’ex