in ,

Oscar Pistorius news, raddoppiata la condanna per l’omicidio della fidanzata

L’atleta paralimpico sudafricano Oscar Pistorius, che sta scontando una condanna a sei anni per l’omicidio della sua fidanzata nel 2013, è stato condannato in appello a 13 anni e 5 mesi. La condanna in primo grado per il brutale omicidio della sua fidanzata, la bella Reeva, aveva suscitato non poca indignazione. Ora arriva la ‘correzione’ della Corte Suprema d’appello di Bloemfontein. “La pena detentiva di sei anni emessa dal tribunale di Pretoria nel 2016 “viene cancellata e sostituita dalla seguente: l’imputato viene condannato a 13 anni e 5 mesi di carcere”, ha detto il giudice Willie Seriti.

Il caso Oscar Pistorius

Pistorius ha già scontato un anno di detenzione. L’ex velocista sudafricano aveva ucciso la fidanza Reeva in giorno di San Valentino del 2013 sparandole nella loro abitazione. La sua difesa aveva sostenuto che pensava si trattasse di una rapina. In primo grado Pistorius era stato inizialmente condannato per omicidio colposo, ma in seguito la condanna era stata tramutata in omicidio volontario.

Secondo ricorso in appello per Pistorius

Era la seconda volta che la procura presentava ricorso contro la condanna imposta a Pistorius. Il primo ricorso era stato presentato contro la sentenza originaria, che a ottobre del 2014 aveva condannato il campione paralimpico a cinque anni di carcere per omicidio colposo, stabilendo che non c’era stata l’intenzione di uccidere la vittima. A seguito di quel primo ricorso il tribunale supremo d’appello aveva annullato, nel dicembre del 2015, la prima sentenza e dichiarato Pistorius colpevole invece di omicidio volontario.

Seguici sul nostro canale Telegram

X Factor, Fedez litiga con Manuel Agnelli e lascia lo studio: cosa è accaduto (FOTO)

uma thurman operata d'urgenza

Molestie cinema, Uma Thurman contro Harvey Weinstein: “Non meriti un proiettile”