in

O’Scià 2013 non si farà: Claudio Baglioni annulla l’evento dopo dieci anni

Sfuma quest’anno l’appuntamento annuale tra la musica di alto livello e la piccola isola di Lampedusa: è stata infatti annullata l’edizione 2013 della tradizionale kermesse musicale O’Scià. A renderlo noto è la Fondazione O’Scià, di cui è a capo il cantante Claudio Baglioni. In un comunicato stampa la fondazione ha spiegato i motivi dietro la cancellazione dell’evento: “Non c’è stato alcun riscontro dall’amministrazione locale e regionale circa l’impegno per l’edizione 2013“. In poche parole, niente fondi per l’organizzazione della kermesse dalla Regione Sicilia.

o'scià 2013 annullata

Nessun riscontro anche per il mancato incasso, ad oggi, del contributo erogato dall’Assessorato del Territorio e dell’Ambiente della regione Sicilia, per la trascorsa edizione O’Scià 2012“, ha aggiunto la Fondazione nel comunicato stampa. Un vero peccato per l’isola di Lampedusa, che ogni anno richiama un gran numero di di big della musica italiana e tutto il loro seguito di appassionati: O’Scià nasce proprio con l’intento di ricompensare l’isola per il suo straordinario impegno nell’accogliere migliaia di immigrati clandestini durante tutto l’anno.

Sperando di poter proseguire il lavoro svolto in questi dieci anni a Lampedusa – conclude il comunicato –  la Fondazione O’Scià si augura che in futuro ci siano gli intenti e le risorse necessarie per svolgere nuovamente la manifestazione“. Nessuna dichiarazione personale è ancora giunta da Claudio Baglioni, ideatore ed organizzatore del festival dal 2003.

Seguici sul nostro canale Telegram

Criminalità e crisi, nel 2013 il boom dei “compro oro”

Beyoncé cambia look: il taglio alla maschietta impazza tra le stars