in

“Otto e mezzo”, Matteo Salvini provoca Lilli Gruber. Lei replica: «Può restare a casa o al Ministero!»

Dopo Fabio Fazio pare sia il turno di Lilli Gruber. Durante un comizio a Giussano in Brianza Matteo Salvini ha manifestato la volontà di non andare in veste di ospite al programma di successo Otto e mezzo. Ovviamente la risposta della giornalista non si è fatta attendere ed è scoppiato l’ennesimo caso mediatico che vede coinvolto il leader della Lega. 

“Otto e mezzo”, dopo Fabio Fazio Salvini «attacca» Lilli Gruber

«Non ho mica voglia ma domani devo andare dalla Lilli Gruber, simpatia portami via!» – ha affermato Matteo Salvini, attaccando la conduttrice di Otto e mezzo, su La7, – «Domani (stasera 8 maggio, ndr) mi tocca, che già domenica dovevo andare da Fazio e non sono andato. Mi hanno detto che c’è rimasto male e che non ho risposto. Non è vero che non ho risposto, gli ho detto che andavo se si dimezzava lo stipendio!». Per rincarare la dose il Ministro dell’Interno ha voluto, infatti, tirare in ballo ancora il conduttore di Che tempo che fa su Raiuno.

Matteo Salvini non vuole andare ad “Otto e mezzo”: la replica memorabile di Lilli Gruber

In queste ore le principali Agenzie hanno cominciato a riportare le battute del vice-premier, e così Lilli Gruber ha pensato bene di replicare: «Leggo che il ministro Salvini non ha voglia di venire domani a ‘Otto e mezzo’ e che ne fa una questione di simpatia. Visto che si è proposto lui e visto che chi viene da noi lo fa volentieri, se ha un problema il senatore Salvini può restare a casa o preferibilmente al ministero», ha affermato la nota giornalista, a cui è arrivata immediatamente il sostegno di Gianfranco Rotondi, deputato eletto alla Camera con Forza Italia e presidente della Federazione Dc: «Le parole di Salvini sulla Gruber sono inaccettabili, lo dico da giornalista e da parlamentare. Ci stiamo abituando a comportamenti che dovrebbero determinare nella classe politica e giornalistica una reazione che invece purtroppo non c’è». 

leggi anche l’articolo —> «Reddito di cittadinanza non fa ripartire l’Italia!», l’affondo di Salvini: intanto oltre un milione le richieste nel paese

 

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost e LuxGallery. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva ormai da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 le viene conferito il riconoscimento di "Laureato Eccellente Sapienza" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly" e "SuccedeOggi" e riviste letterarie come "Carte Allineate", "Fillide" ed "Euterpe". Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

torino 20enne sfigurata con l'acido

Legnano: ragazzo di 30 anni sfregiato con l’acido dall’ex fidanzata

Stefano De Martino sulla separazione con Belen: «Un fallimento»