in ,

A.P.B. – A Tutte le Unità: investe 90 miliardi per creare la super polizia di Chicago

In onda questa sera su Fox la prima assoluta di A.P.B. – A Tutte le Unità, la nuova serie tv ispirata ad una storia apparsa sul New York Times. Nel giornale David Amsen scriveva a proposito di un tale Sydney Torres, che privatizzò la polizia di New Orleans dotandola di più efficienti tecnologie. Partendo da questi fatti, nascono le vicende di Gideon Reeves, miliardario interpretato da Justin Kirk, che investe 90 miliardi di dollari per privatizzare la polizia di Chicago e dotarla di tutto ciò che le serve per combattere il crimine.

Il primo episodio della serie si intitola “Reset”. In questo prende avvio il progetto di Gideon Reeves, malato di informatica e tecnologia, che si vede uccidere l’amico Elliot Sully per mano di alcuni criminali. Decide così di investire soldi e impegno personale nel dotare il 13esimo distretto della polizia di Chicago di ogni strumento utile per debellare il crimine. Tra questi, una app, la APB, che mette in contatto diretto i cittadini con le forze di polizia e riduce il tempo di reazione. Molto simile ad una stessa app che a New Orleans aveva fatto creare Sydney Torres.

La serie sarà composta d 12 episodi da sessanta minuti. Al suo debutto, qualcuno ha storto un po’ il naso, vedendoci addirittura similitudini tra il miliardario protagonista di APB e Donald Trump. Un parallelo abbastanza azzardato, considerando anche il fatto che la serie, ideata da David Slack, è stata scritta prima delle elezioni americane.

 

Photo: By Kristin Dos Santos (Justin Kirk) [CC BY-SA 2.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/2.0) or CC BY-SA 2.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/2.0)], via Wikimedia Commons

WWE Raw, The Undertaker compare sul ring: ecco il messaggio terrificante per Roman Reigns

VERONICA PANARELLO RICORSO IN APPELLO

Loris Stival news Veronica Panarello: suo avvocato presenta ricorso in Appello