in ,

Padova: fallita la società di Toni, Frey, Zaccardo e dell’ex senatore Saia

I nomi sono altisonanti: Luca Toni e Bosko Jankovic dell’Hellas Verona, Riccardo Montolivo e Cristian Zaccardo del Milan e Rolando Bianchi del Bologna. Più gli ex calciatori Igor Budan (Palermo), Alex Manninger (Juventus) e Sebastian Frey (Inter e Genoa). Sono questi gli otto calciatori coinvolti nel fallimento della società immobiliare ProPrestige srl. Con loro, tra gli altri, anche l’ex deputato e senatore di centrodestra Maurizio Saia.

Parlamento

La srl era una società immobiliare a tutto tondo, volta ad acquisire, costruire e vendere ville, capannoni, centri sportivi e alberghi. L’operazione finanziaria è iniziata nel 2010, ma nel giro di tre anni è andata a gambe per aria. Non sono note le somme con le quali i singoli calciatori (e gli altri soci) sono coinvolti. Certo è che, oltre al fallimento, c’è in corso anche un contenzioso tra alcuni dei soci.

Saia, che è anche candidato sindaco a Padova per le vicine elezioni amministrative, aveva un sogno: quello di costruire insieme ai suoi compagni d’affari un albergo in Austria. Ma non un hotel qualunque: la sede del calciomercato europeo. Avrebbe dovuto avere centro convegni, centro medico per le cure dei calciatori, centro benessere e tutti i comfort per i giornalisti del vecchio continente. Non sarà così: l’unica cosa che potranno costruirsi Saia e la squadra di soci è una buona difesa legale.

E se geni…si diventasse? La sfida dell’Università di Bologna

Champions

Premier League, Mancester United: Ryan Giggs si presenta