in ,

Padova prete indagato, stanza a luci rosse in canonica: avrebbe costretto l’amante a prostituirsi

Il sacerdote don Andrea Contin, di 48 anni, è stato iscritto nel registro degli indagati della procura di Padova con le gravi accuse di violenza privata e favoreggiamento della prostituzione.

Dalle carte dell’inchiesta è emerso che il religioso, parroco della chiesa di San Lazzaro, dal 2014 avrebbe avuto una relazione sentimentale con una sua parrocchiana che – è la donna a denunciare gli abusi – avrebbe sottoposto a rapporti intimi violenti e di costrizione, arrivando addirittura ad ‘offrirla’ ad altri uomini in cambio di denaro.

Una presunta induzione alla prostituzione e ripetute violenze che si sarebbero consumate all’interno della parrocchia dove il prete officiava, e che ieri è stata sottoposta a perquisizione dai carabinieri di Padova. Durante il sopralluogo la scoperta di un indizio molto compromettente a carico dell’indagato: una stanza con diversi giochi a luci rosse come fruste e vibratori, e file a contenuto pornografico nel pc del religioso.

L’amante del parroco circa due settimane aveva denunciato ai carabinieri di avere subito ripetute violenze, facendo dunque scattare le indagini a carico di don Andrea Contin, culminate ieri con la perquisizione della canonica in uso al sacerdote.

Uomini e Donne Gossip: Claudio Sona falso? Parla Francesco Zecchini

Uomini e Donne gossip: Claudio Sona falso? Parla Francesco Zecchini

Antal Italy lavora con noi

Antal Italy lavora con noi 2017: 45 offerte di lavoro in Emilia-Romagna