in

Padova, primo impianto in Italia di un mini cuore bionico

E’ stato eseguito nell’Azienda Ospedaliera di Padova il primo impianto in Italia di un “mini” cuore bionico su un giovane di 26 anni, che undici anni fa era stato sottoposto a un trapianto di cuore tradizionale. Al ragazzo l’estate scorsa è stato diagnostico un linfoma, che in alcuni casi può insorgere come conseguenza della terapia con farmaci immunosoppressori somministrati per evitare il rigetto dell’organo.

Il sottoporsi a diversi cicli di chemioterapia ha portato al danneggiamento del cuore precedentemente trapiantato e un quadro clinico molto compromesso per il quale si poteva utilizzare il trattamento con la macchina-polmone Ecmo solo per un breve periodo, qualche settimana. Da qui la decisione di impiantare il mini cuore bionico made in Usa “CardioWest 50 cc”, un nuovo dispositivo di ridotte dimensioni che è possibile applicare a donne e a giovani età, pensato e progettato per loro.

L’intervento è riuscito e il ragazzo è in buone condizioni. Già nel 2007 il Centro regionale di cardiochirurgia dell’Azienda Ospedaliera di Padova era stato il primo a impiantare in Italia il cuore artificiale “CardioWest 70 cc” sui pazienti adulti.

Photo credit: Dmitry Kalinovsky/shutterstock

veronica pivetti

Provaci ancora Prof 6 anticipazioni: Elisabetta Pellini e i retroscena del set

offerte di lavoro all'estero per italiani

Offerte di lavoro all’estero per italiani 2015: opportunità al Walt Disney World Resort in Florida