in ,

Padova, scandalo in carcere: cellulari e droga in possesso dei detenuti

Continuano gli scandali nel carcere Due Palazzi di Padova, dove l’11 agosto scorso ci fu il suicidio di un agente della polizia penitenziaria, coinvolto in un’inchiesta di droga. Le guardie carcerarie hanno infatti trovato quattro cellulari in due giorni e 5 pasticche di droga sintetica in possesso di alcuni detenuti, benché solo due mesi fa un bliz della squadra Mobile di Padova, denominato “Apache”, volto a smantellare lo smercio di benefit – tra cui stupefacenti – al’interno del penitenziario, avesse portato all’arresto di 15 persone, tra cui 6 agenti di polizia penitenziaria.Scandalo carcere Padova

Il nuovo scandalo, preoccupa e allarma Donato Capece, il segretario del sindacato autonomo di polizia penitenziaria (Sappe), che ha commenta così l’accaduto: “È un episodio inquietante, quattro telefoni cellulari in soli due giorni: un arco temporale assai ristretto. Queste situazioni dovrebbero far riflettere l’amministrazione circa la vulnerabilità del nostro sistema penitenziario: eppure, poco o nulla viene fatto dal Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria”.

Il sospetto è che il giro di droga e di altre irregolarità non sia stato estirpato completamente. Capece auspica tuttavia il ricorso a misure rapide ed efficaci, come ad esempio la possibilità di schermare gli istituti penitenziari per impedire che al loro interno vengano introdotti mezzi di comunicazione non consentiti, e ancor meno sostanze stupefacenti.

italia norvegia antonio conte

Italia-Olanda 2-0 risultato finale, diretta web e aggiornamenti in tempo reale

morta joan rivers attrice e conduttrice

Morta Joan Rivers, attrice comica e conduttrice televisiva