in ,

Padova: vede due sagome in giardino e spara. Sono i figli del vicino

Un uomo di 68 anni si è affacciato nel giardino di casa propria nel padovano e ha notato due sagome muoversi nei pressi del suo ricovero per gli attrezzi. Rientrato in casa, ha chiamato i due figli in auto. Uno dei due giovani ha imbracciato il fucile da caccia e sparato due colpi di avvertimento in aria.

rimessa

Dalla rimessa sono schizzati fuori due ragazzini, che sono filati via come lepri. Qualche ora dopo il citofono del 68enne è suonato. Era il vicino di casa: quelli che sembravano essere ladri erano i suoi figli di 15 e 17 anni. Appena sentiti i colpi di fucile sono scappati a casa e hanno raccontato tutto al padre, che ha sporto denuncia nei confronti del padrone di casa.

In tutto il paese si è scatenato il dibattito: da una parte c’è chi sostiene che in casa propria è legale sparare in aria; dall’altra parte chi denuncia l’abuso di armi; poi ci sono quelli che rimpiangono le vecchie maniere; infine chi si chiede come mai non sia stato il padrone di casa 68enne a denunciare i figli del vicino penetrati nel suo ricovero per gli attrezzi, ma viceversa.

photo credit: akida_ via photopin cc
photo credit: Cicciotettone via photopin cc

Seguici sul nostro canale Telegram

intervista Roberto GF13

Grande Fratello 13, Roberto: “Mi piacerebbe che vincesse Angela”

Asia Argento e il nuovo tatuaggio: 25 ore di lavoro per un gigantesco decoro sul petto