in

Paesi fantasma in Piemonte: Leri Cavour, viaggio suggestivo nello splendore di un tempo

In questo nuovo appuntamento con la rubrica dedicata ai luoghi abbandonati, in collaborazione con il blog Paesi Fantasmache potete trovare anche su Facebook – parleremo di un antica struttura che ha fatto storia nel nord Italia. Leri Cavour è un vecchio abitato che sorge placidamente in Piemonte, nella provincia di Vercelli. Il suo nome deriva proprio dal celebre Camillo Benso Conte di Cavour, infatti, vi abitò la famiglia Cavour. Tutto cominciò nel XI secolo, quando i monaci cistercensi decisero di bonificare la zona rendendola agibile: nel giro di un centinaio di anni, dove prima era paludoso e invivibile, tutto si era trasformato in campi verdi e coltivati, ai quali fece seguito un’imponente struttura agricola dedicata anche all’allevamento.

Levi Cavour

Nel XV secolo, tutta la zona era diventata talmente importante da essere considerata un polo attrattivo per i monaci cistercensi e la provincia più in vista del vercellese. Fu nel secolo successivo che Leri Cavour divenne una parrocchia indipendente e influente, fino a quando non arrivò il dominio francese. Durante questo periodo, la grangia venne donata a Napoleone Bonaparte e nel 1807, lo stesso condottiero la vendette a un marchese che rispondeva al nome di Michele Benso di Cavour, padre del più famoso Camillo Benso.

Levi Cavour

Fu proprio in questo periodo che la struttura arrivò al suo massimo splendore: tra le politiche economiche accurate e le nuove tecniche di coltura basate su tecnologie all’avanguardia, Levi Cavour fece un ulteriore passo in avanti. Camillo Benso, quando ne aveva l’occasione e nonostante i numerosi impegni politici, trovava sempre il tempo per soggiornare presso la grangia. Poco distante oggi sorge la centrale elettrica Galileo Ferraris, ma nonostante la presenza di questa struttura tipicamente industriale, tutto il complesso è incorniciato dal verde. Tra le rovine di Leri Cavour, la maggior parte degli edifici limitrofi ricordano un comune impianto agricolo dell’epoca d’oro: fienili, scuderie, granai, le abitazioni dei lavoranti, una chiesa e un vecchio mulino.

levi Cavour

La famiglia Cavour viveva in una villa a due piani, i cui soffitti erano un vero proprio spettacolo per gli occhi: completamente affrescati, le finiture correvano fino ai vari camini disseminati in ogni stanza della casa. Purtroppo, soprattutto a causa dello sviluppo industriale avvenuto nel secondo dopoguerra, il borgo si è gradualmente svuotato dei suoi abitanti. Negli anni ’80, l’unico segno di vita era dato dagli impiegati che lavoravano presso la centrale elettrica, che negli anni ’90 è andato via via scemando fino al completo abbandono odierno. L’edificio, comunque, non è completamente inghiottito dalla vegetazione, come ci si aspetterebbe da un’antica casa abbandonata, ma rispecchia ancora il suo antico splendore: se decideste di visitarlo oggi, potreste imbattervi in curiosi come voi o in squadre di soldati che simulano battaglie fra le mura dell’edificio.

videogiochi PS4 uscita ottobre 2016

Videogiochi PS4 2016, uscita news: Batman, Moto Racer 4, Battlefield 1, World of Final Fantasy, TitanFall 2

tendenze casa 2017, tendenze casa 2017 lampade, tendenze casa 2017 lampadari, tendenze casa 2017 illuminazione, tedenze casa 2017 vintage, lampade vintage, lampadari vintage,

Tendenze casa 2017: il vintage per l’illuminazione è un must have