in ,

Palermo, 25enne ucciso ultime news: Aldo, ammazzato di botte per un cappellino

Ammazzato di botte per un cappellino di Carnavale. Questo il motivo per il quale Aldo Naro, 25enne palermitano, ieri ha perso la vita. Il giovane medico siciliano, che proprio ieri festeggiava la sua laurea in compagnia della sua fidanzata ed altri amici nel privèe del Goa, nota discoteca palermitana, avrebbe litigato per un cappellino carnevalesco che qualcuno gli avrebbe sottratto, rifiutandosi poi di restituirglielo. Proprio quello screzio avrebbe dato origine alla rissa fuori dal locale in cui Aldo ha trovato la morte.

Pochi attimi e quella che doveva essere una festa a suon di musica, “Dress hap carnival”, si è trasformata in tragedia: Aldo è stato preso a calci e pugni e lasciato in fin di vita a terra. Forse un ultimo violento calcio alla nuca gli è stato fatale. La caccia ai responsabili del pestaggio mortale è già iniziata: gli inquirenti hanno già ascoltato molti testimoni e, grazie alla collaborazione dei titolari della discoteca, hanno visionato i filmati delle 26 telecamere di sorveglianza collocate nel locale.

“Credo che i carabinieri ormai siano sulle tracce di chi ha dato il calcio alla nuca a Naro e lo stiano per identificare” – ha detto uno dei gestori del privèe – “Spero che lo acciuffino presto e che questa terribile vicenda serva da monito a tutti i ragazzi che devono andare in discoteca solo per divertirsi”.

Seguici sul nostro canale Telegram

arrestato attentatore Copenaghen

Attacchi armati a Copenaghen, ucciso il responsabile: era il guardiano della sinagoga

sanremo 2015 il volo grande amore testo canzone

Sanremo 2015, Selvaggia Lucarelli contro Il Volo: “Vincono i finti giovani, è il paese di Renzi”