in ,

Palermo: mafioso si finge pazzo come Jonny Stecchino, il gip gli nega la scarcerazione

Nicola Geraci detto Biscottino, di 39 anni è finito in carcere a giugno scorso su ordine della dda, nell’ambito dell’operazione antimafia “Apocalisse”. I suoi legali ne hanno chiesto la scarcerazione per presunta incapacità di intendere e di volere. Quindi, Geraci è stato sottoposto a perizia psicologica per accertare la sua infermità mentale.

Johnny Stecchino

Il detenuto, secondo gli psicologici che lo hanno visitato, non sarebbe affatto malato, ma imiterebbe il personaggio di “Dante” protagonista del film Jonny Stecchino. Nel famoso film di cui Roberto Benigni era sia il regista che l’attore protagonista, questi per riuscire ad intascare l’assicurazione fingeva di essere affetto da un singolare tic che lo costringeva a muovere la mano destra senza sosta.

Così Nicola Geraci, farneticando e agitando la mano invocava continuamente la madre, cercando di farsi passare per pazzo con l’obiettivo di ottenere la scarcerazione. Gli esperti, che lo hanno più volte incontrato, sono certi si tratti di un maldestro tentativo di simulazione sulla scia di quanto compiuto da Benigni sullo schermo. Il gip ha respinto la richiesta di scarcerazione dopo il parere negativo degli psicologici.

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

lo studio di Ballarò

Ballarò: l’obiettivo di Massimo Giannini è avere uno scoop alla settimana

Beppe Grillo frase sui migranti

Grillo, frase shock sui migranti: “I profughi portano Tbc in Italia”