in ,

Palmira Isis: trovata una fossa comune con donne e bambini vicina al sito

Il bellissimo sito archeologico di Palmira, Siria, è stato da poco liberato dall’esercito siriano fedele al Presidente Assad. I jihadisti dell’Isis si sono ritirati al termine di alcune battaglie. Ma le stupende immagini della città romana contrastano con un raccapricciante ritrovamento. Gli uomini dell’esercito stavano perlustrando la zona quando hanno rinvenuto poco lontano da Palmira una fossa comune. Sono stati ritrovati i corpi di 42 civili e soldati giustiziati dall’Is.

Fucilati o decapitati, l’ennesima riprova del terrore in cui verteva la popolazione di quei posti. Di queste 42 persone, 24 erano civili, 18 soldati. Il particolare più raccapricciante è la presenza di 3 bambini ed alcune donne. Secondo fonti interne all’esercito l’identità dei corpi è da attribuire a “Soldati e miliziani filo-regime, nonché membri delle loro famiglie“.

Particolarmente toccante è l’affermazione di Rami Abdel Rahman, Direttore dell’osservatorio siriano sui diritti umani “l’Is ha giustiziato, in totale, almeno 280 persone durante la sua occupazione di Palmira“. Intanto sono arrivati dalla Russia degli esperti sminatori, con il compito preciso di bonificare la zona da eventuali ordigni.

“Sp1Ral” Orazio Guarino, il regista: “Cocci è stata la scelta azzeccata, quanta emozione a Siena” [INTERVISTA]

Moreno Amici 14 ospite 9 maggio 2015

Moreno shock, denunciato da Miss Simpatia: ecco cosa è successo