in

Pamela Anderson confessa: “Fui violentata a 12 anni”

L’attrice americana, ex bagnina di “Baywatch”, confessa di avere subito una violenza sessuale quando ancora era una bambina, a 12 anni. La rivelazione choc risale allo scorso venerdì, a Cannes, dove l’attrice 46enne si trovava in occasione di un party per la raccolta fondi in favore della sua associazione in difesa degli animali, la “Pamela Anderson Foundation”.Pamela Anderson

La Anderson ha deciso di mettere a nudo, esponendosi in prima persona, le atroci sofferenze che la accompagnano da una vita. Così ha raccontato la sua prima esperienza sessuale nata da uno stupro subito in casa sua: “Una volta andai a casa del fidanzato di un’amica di famiglia e il fratello maggiore di questo ragazzo decise di insegnarmi a giocare a backgammon. Presto il gioco si trasformò in un massaggio alla schiena che poi divenne uno stupro: la mia prima esperienza sessuale, lui aveva 25 anni e io 12”. Un trauma infantile che l’attrice ricorda ancora con molto dolore, e dal quale è scaturito il suo amore immenso per gli animali: “Non riuscivo a fidarmi degli esseri umani, i miei genitori hanno cercato di proteggermi ma per me il mondo non era un posto sicuro”.

Figlia di un alcolizzato, Pamela Anderson ha avuto un’infanzia molto difficile, che l’ha resa diffidente verso chiunque: “Mi è venuto naturale. Gli alberi mi parlavano, mi fidavo degli animali e allora giurai che avrei protetto loro e solo loro. Ho pregato per le balene con i piedi immersi nel mare. Gli animali sono stati i miei unici veri amici finché non ho avuto figli”.

Cutting tra gli adolscenti

Ragazzi cutter, quando il disagio giovanile assume la forma dell’autolesionismo

Terroristi del gusto: l’identità sarà rivelata al Pizza Expo di Salerno