in

Panama Papers, Barbara d’Urso si difende: “Pago le tasse. Vincerò anche questa battaglia”

“In questi anni ho combattuto tante battaglie in difesa della mia immagine e le ho sempre vinte. Vincerò anche questa” ammette amareggiata Barbara d’Urso, dopo essere stata includa nella lista stilata dall’Espresso dei primi 100 nomi italiani coinvolti nello scandalo Panama Papers“Non ho nessun patrimonio offshore. Ho rispettato e rispetto la legge italiana, ho pagato e pago regolarmente le tasse in Italia. Il fisco italiano lo sa bene perché vengo controllata periodicamente, com’è giusto che sia” prosegue poi in una nota la conduttrice di Pomeriggio 5.

<<Panama Papers: coinvolto il Presidente FIFA Infantino>>

La d’Urso, che compare al fianco di molti altri vip dello spettacolo e della moda italiani, ha già schierato uno stuolo di avvocati pronti a difenderla da chi cercherà ancora di diffamarla. “La cosa che più mi fa soffrire di questa vicenda è che nell’autunno del 2015 sono riuscita finalmente a costituire una Onlus che si occupa di sostenere materialmente le famiglie in difficoltà costrette a trasferirsi lontano da casa per assistere i loro bimbi ricoverati in ospedale per lunghe degenze. Avrei dovuto annunciare questa Onlus con una conferenza stampa in Campidoglio il prossimo 19 aprile” prosegue Barbara d’Urso nella conversazione riportata da Adnkronos.

A causa dello scandalo Panama Papers, dunque, la famosa presentatrice di Canale 5 sarà costretta a rinviare la presentazione ufficiale della sua Onlus, con grande rammarico. “Il tutto perché non voglio che il fango di cui sono ingiustamente vittima in questi giorni possa offuscare minimamente un progetto in cui sto mettendo tutta me stessa” chiosa Barbara d’Urso.

GP Austin prove libere Moto Gp 2016

Moto GP 2016, GP Austin prove libere: Marquez vola, Iannone 2° e Rossi 6°

Servizio online Inps 2016 simulazione pensione

Busta Arancione Inps online: chi riguarda e come funziona il servizio sulla pensione