in

Paolo Savona indagato per usura bancaria: ecco cosa potrebbe rischiare secondo il codice penale

Indagato a Campobasso il ministro degli Affari Europei, Paolo Savona, nell’inchiesta del pm Rossana Venditti che coinvolge altre 22 persone per presunta usura bancaria. Savona all’epoca dei fatti contestati era al vertice di Unicredit. Il nome del ministro Savona risulta presente dell’atto della Procura della Repubblica di Campobasso relativo alla richiesta di proroga dei termini di durata delle indagini preliminari nell’inchiesta relativa ai parchi eolici di Molise, Puglia e Campania. È quanto spiegano fonti legali all’agenzia di stampa Ansa, confermando quanto riportato dalla stampa locale. Ma cosa è il reato di usura bancaria e cosa potrebbe rischiare il Ministro celebre per il ‘piano B’?

Leggi anche: Il Governo Conte perde i pezzi? Tria a un passo dalle dimissioni

Paolo Savona massone

Usura bancaria: cosa è?

L’usura bancaria è una fattispecie normativa introdotta dall’Art. 644 del Codice penale italiano ed è stata riformulata dalla Legge n. 108 del 7 marzo 1996, che ha apportato profonde innovazioni e modifiche in materia di usura nell’ordinamento giuridico dell’Italia. L’intervento del legislatore, ha contribuito ad ampliare, in maniera notevole, l’ambito di applicazione del reato di usura, e conseguentemente l’area di tutela offerta dalla norma. Essa non è più relegata ad operare esclusivamente nei casi in cui sussista lo “stato di bisogno” del quale taluno abbia “approfittato” conseguendo vantaggi per sé o per altri, ma opera anche ogni qual volta il limite (cosiddetto Tasso Soglia d’Usura) posto dall’art. 2 della stessa L. 108/96 venga superato.eurispes indagine usura in italia

Qual è la pena per usura bancaria?

Qualora sia verificato questo reato, la pena prevista è la reclusione, da due a dieci anni, oltre una multa pecuniaria che può variare da € 5.000,00 ad € 30.000,00.

Usura bancaria e il decreto Sviluppo

Nel 2011 è stato emanato un Decreto attuativo detto “Decreto Sviluppo”: è stato constatato che finora le banche erano soggette ad un limite sui tassi di interesse che potevano applicare al mutuo; il cliente poteva, nel caso avesse riscontrato un possibile tasso d’usura, rescindere il contratto, anche se da tempo, gli istituti di credito non accettavano molto volentieri questo vincolo ritenendolo leonino. Ora per effetto del Decreto Sviluppo questo limite è stato innalzato. In sintesi cambia il metodo per il calcolo del tasso di usura, prevedendo che la soglia venga definita aumentando del 25% il tasso medio rilevato con l’aggiunta di un ulteriore 4%. Inoltre, la norma fissa un differenziale massimo tra tasso soglia e tasso medio pari all’8%.

Autostrade in tempo reale: traffico, incidenti, chiusure oggi venerdì 28 settembre 2018

Autostrade in tempo reale: traffico, incidenti, chiusure oggi venerdì 20 luglio 2018

Badanti e colf contratto 2018: aumenti in arrivo, stangata per le famiglie italiane