in

Paolo Villaggio figli, il difficile rapporto con Piero: “Non mi sono fatto mancare niente”

Paolo Villaggio non ha avuto una vita facile per quanto concerne il ruolo genitoriale: con il figlio Piero, infatti, qualcosa non è andato per il verso giusto. Lo scorso anno, nel 2016, proprio Piero Villaggio ha pubblicato un libro autobiografico in cui ha parlato del suo rapporto controverso con il padre: quell’Ugo Fantozzi che gli italiani vedevano vicino e che lui sentiva, irrimediabilmente, troppo lontano. In Non mi sono fatto mancare niente, Piero Villaggio parla dei problemi con la droga e dove ha accusato il padre di essere stato: “assente, egoista, megalomane”.

>>> Paolo Villaggio è morto <<<

Del resto, il figlio di Paolo Villaggio ha spiegato come non sia stato semplice relazionarsi con lui: “È una persona molto invadente ed egocentrica, come quasi tutti quelli che fanno il suo mestiere. La prima volta che sono riuscito a parlargli liberamente risale all’incirca a dieci anni fa, prima di allora non avevamo mai avuto una relazione padre-figlio canonica.” ha dichiarato nel 2016 ai microfoni di Vanity Fair. E sempre nella stessa intervista Piero Villaggio: “Continua ad essere una persona molto egoista. Oggi il nostro rapporto è facilitato perché lui ha quasi 84 anni, ha il diabete e, avendo condotto una vita molto sregolata, i segni della vecchiaia sono tutti visibili. La rabbia che ho nutrito per anni si è quasi trasformata in tenerezza”.

>>> Le citazioni indimenticabili del Ragionier Fantozzi <<<

Paolo Villaggio a Nemo – Nessuno Escluso, puntata del 3 marzo 2017, aveva parlato così del figlio Piero cercando da lui, ormai, non il perdono bensì: “un po’ di affetto e molta presenza, una persona della sua età che stia con me quando c’è da guardare la televisione, la partita, vivere insieme”

Pensioni 2018 pagamento aprile

Pensioni 2017 news: pensione anticipata integrativa, uscita 5 anni prima senza limiti d’età

Carroponte 2017 calendario e date concerti: il programma completo di luglio, agosto e settembre