in ,

Papa Francesco: è in corso la terza guerra mondiale

Tornando in Italia dalla Corea il Papa ha parlato dell’efferatezze delle guerre non-convenzionali che attualmente sono in corso nel mondo. In tutto questo le vittime civili, coinvolte in un livello di crudeltà spaventosa, sono degli inermi uomini, donne e bambini. La tortura è il “mezzo” utilizzato di più e questi sono i frutti della terza guerra mondiale, anche se frammentaria. Riferendosi all’Iraq il Santo Padre ha detto che dove c’è un’aggressione ingiusta è lecito fermarla, non bombardarla o fare la guerra. Si è detto disposto di andare in Kurdistan o in Cina anche domani, se si potesse. Papa Francesco I

Tornando all’incontro di preghiera in Vaticano con i presidenti israeliano Shimon Peres e quello palestinese Abu Mazen ha detto che è stata aperta una porta e se anche oggi il conflitto in Terra Santa è degenerato e quella porta non si vede per il fumo delle bombe, il Signore la vede! Alla fine il Papa ha parlato di monsignor Oscar Romero, ucciso a San Salvador il 24 marzo 1980 per la sua presa di posizione contro il governo salvadoregno e, che adesso, è il momento di concludere con la sua beatificazione.

Tavecchio cambia le regole

Tavecchio: nuove dichiarazioni su Antonio Conte e no alla chiusura delle curve per i cori da stadio

Willis fan club

Tallulah Belle Willis: figlia di Bruce e Demi Moore in rehab