in ,

Papa Francesco ricorda il Genodio Armeno e ammonisce i tempi odierni

Papa Francesco, in occasione dell’Anniversario dello Sterminio Armeno – avvenuto in più battute per mano dei turchi tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento – ricorda la tragedia vissuta da questo popolo che suona ancor più amara a causa del negazionismo perpetrato dai responsabili di questa strage.

Anche oggi stiamo vivendo una sorta di genocidio causato dall’indifferenza generale e collettiva, dal silenzio complice di Caino che esclama: ‘A me che importa?’; ‘Sono forse io il custode di mio fratello?‘”. Il riferimento è verso i massacri a sfondo religioso che tutt’ora si consumano nel mondo interessando anche i cristiani.

Purtroppo ancora oggi sentiamo il grido soffocato e trascurato di tanti nostri fratelli e sorelle inermi, che a causa della loro fede in Cristo o della loro appartenenza etnica, vengono pubblicamente e atrocemente uccisi – decapitati, crocifissi, bruciati vivi -, oppure costretti ad abbandonare la loro terra“. Francesco ha parlato a più riprese di una sorta di Terza Guerra Mondiale a pezzi che provoca mattanze in ogni parte del mondo.

Rugby Pro 12 risultati

Rugby, Pro 12: risultati e classifica 19esimo Round regular season

Eccellenza Rugby risultati

Rugby, Campionato Eccellenza 2015: risultati 16esimo turno