in ,

Papa Francesco telefona a casa di uno studente 19enne: “Ciao sono il Papa”

Ciao, sono Papa Francesco, ho ricevuto la tua lettera, diamoci pure del tu“, è successo ad un giovane studente di ingegneria 19enne di Padova, Stefano Cabizza, che aveva scritto al Pontefice consegnando la missiva presso Castel Gandolfo pochi giorni prima del trillo del telefono. Il ragazzo, ancora emozionato per l’avvenimento incredibile, ha raccontato al Gazzettino che quello è stato, senza alcun dubbio, il giorno più bello della sua vita. Una conversazione durata circa otto minuti in cui, Papa Bergoglio, avrebbe anche scherzato con lo studente.

stefano cabizza

Amenità e preghiere, così Stefano ricorda quelle parole che ha tentato di assorbire in toto: “Non potevo crederci, abbiamo riso e scherzato per circa otto minuti. Mi ha chiamato verso le 17 dopo non avermi trovato in casa una prima volta. Mi ha detto che tra Gesù e gli Apostoli ci si dava del tu e mi ha chiesto di pregare molto per Santo Stefano e anche per lui. Mi ha impartito la benedizione ed ho sentito crescere una gran forza. Certo è stato il giorno più bello della mia vita.”

Dal racconto desumiamo quindi che Papa Francesco abbia fatto quindi una telefonata a vuoto prima di trovare Stefano, insomma, aveva proprio deciso che quella chiacchierata s’aveva da fare e così è stato. 

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Prestiti alle famiglie: la stretta fa salire il rischio “usura”

Anticipazioni Il segreto venerdì 23 agosto: il Marchese cede la mano di Soledad a Juan ma chiede qualcosa in cambio al giovane Castaneda