in

Paralimpiadi Rio 2016 Italia: le speranze azzurre di medaglia

Il conto alla rovescia per le Paralimpiadi Rio 2016 è ormai giunto al termine. Domani scatterà la quindicesima edizione dei Giochi Olimpici per atleti con disabilità e, come sempre, l’Italia ha grandi speranze di fare bene. A Londra gli azzurri hanno collezionato 28 medaglie (8-9-11), e a Rio ci sono tutte le carte in regola per potersi confermare. Saranno 101 gli atleti azzurri impegnati alle Paralimpiadi, sui circa 45000 atleti, provenienti da 176 nazioni. La rassegna comincerà domani con la cerimonia d’apertura e si concluderà domenica 18 settembre. Le medaglie d’oro da assegnare sono 528, suddivise nelle 23 discipline presenti. Alla lista degli sport si aggiungono, da questa edizione, anche la canoa e il triathlon.

Il portabandiera dell’Italia alle Paralimpiadi Rio 2016 sarà Martina Caironi, campionessa mondiale ed europea nei 100 m T42 oltre che oro a Londra, che a Rio ambirà ad una medaglia nel salto in lungo. Grandi speranze di medaglia anche per Alex Zanardi nell’Handbike che sogna di bissare i due ori e l’argento di Londra, che lo resero uno dei protagonisti assoluti della manifestazione passata. Come non menzionare Assunta Legnante, oro a Londra nel getto del peso che sogna un bis a cinque cerchi, lei che aveva anche partecipato alle Olimpiadi di Pechino con i normodotati, prima di perdere completamente la vista.

E poi anche Beatrice “Bebe” Vio che ha fatto incetta di medaglie nel fioretto tra europei e mondiali, dopo aver conquistato il bronzo a Londra. E poi ancora Giusy Versace (100, 200 e 400 metri); Federico Morlacchi, tre bronzi a Londra e punta di diamante della squadra di nuoto azzurra; i ciclisti Luca Mazzano, Vittorio Podestà e Francesca Porcellato. Insomma, un ricco medagliere è assicurato per la spedizione azzurra e noi saremo pronti a raccontarvi le gesta dei nostri atleti.

PAESTUM INTOSSICATI

Pontedera bimbo di 5 anni seminudo in strada: sul corpo lividi e graffi

Valeria Marini GF Vip

Grande Fratello Vip, parla Valeria Marini: “Bettarini è il più affascinante. Potrei trovare l’amore”