in ,

Parcheggio condiviso: è nato il progetto PickParking promosso dall’Università di Pisa

Startup e innovazione: è nato il progetto made in Italy PickParking, lanciato dal team di Cubit dell’Università di Pisa, un laboratorio di spin-off con sedi in Europa, Asia e una anche in America, a San Francisco. L’idea promuove il sistema del park sharing, ovvero la condivisione dei parcheggi auto, pensato soprattutto per il mercato americano e nordeuropeo. In pratica chi possiede un parcheggio lo mette a disposizione – ovviamente a pagamento – di chi ne ha bisogno, negli orari e nei giorni in cui non viene utilizzato dal proprietario.

Il progetto della “smart mobility” guarda in grande e aspira ad ampliare l’offerta di parcheggi nelle città attraverso la condivisione di spazi di proprietà di privati. Presentato qualche giorno fa sulla piattaforma di crowdfunding su Kickstarter, una vetrina mondiale che mette in vista le idee più interessanti ed innovative, necessita di 149 mila dollari di finanziamento per divenire realtà.

Gli ideatori propongono anche una App dedicata basata su Gps, collegata ad un sensore wireless in grado di localizzare in tempi brevissimi e con estrema precisione un posto auto disponibile e ‘condiviso’, il tutto per facilitare e velocizzare la circolazione delle auto nel traffico cittadino.

Matt Bomer

Matt Bomer campione di sincerità: “50 sfumature? Mai letto”

50 sfumature e.l.james

50 sfumature di grigio, Beyoncé lancia 15 secondi di teaser ufficiale