in ,

Parigi attacco terroristico, discorso Hollande: stato d’emergenza e chiusura frontiere

Con l’attacco terroristico a Parigi ancora in corso, con le notizie che si susseguono per aggiornare sul numero di morti e feriti, poco dopo il discorso di Barak Obama, è giunto il discorso di Francois Hollande. Il Presidente francese ha detto: “Ci sono decine e decine di morti, numerosi feriti. Abbiamo dichiarato lo stato d’emergenza in tutto il territorio, come prima misura. La seconda è la chiusura delle frontiere, per fare in modo che una cosa del genere non succeda mai più”. Non era mai accaduto che un Presidente chiudesse le frontiere per far fronte a quello che stava accadendo nel proprio Paese e nemmeno che venisse dichiarato lo stato d’emergenza su tutto il territorio.

I cittadini francesi sono stati, inoltre, invitati  ad abbandonare tutti i luoghi di ritrovo e a rimanere chiusi nelle proprie abitazioni fino a nuovo ordine. Proprio per questo motivo, pensando alle diverse persone in strada e lontane da casa, molti parigini, per far fronte ad “un attacco terroristico senza precedenti”, così come lo ha definito lo stesso Hollande, sui vari social network hanno creato l’hastag #PorteOuverte per aiutare chiunque avesse bisogno di aiuto e si trovasse solo e in strada senza sapere dove andare.

onlus beneficenza

Tendenze moda autunno-inverno 2015 2016: mercatini vintage e iniziative di beneficenza a Milano e nelle altre città italiane

attacco parigi kamikaze

Parigi attacco terroristico: tweet di un presunto ostaggio “Assaltate il teatro, fate presto, è una carneficina”