in ,

Parigi attentati, ultime notizie: ecco la strategia militare usata dai terroristi

Analizzando gli orari e i punti in cui i terroristi hanno colpito Parigi la sera del 13 Novembre 2015 sembra sempre più chiaro come questi ultimi abbiano messo in atto una vera e propria strategia militare fino ad ora mai utilizzata in Europa. Secondo alcuni, infatti, tutto era estremamente studiato ed organizzato per confondere le forze dell’ordine francesi, per depistarle e farle correre dove non dovevano correre e non avere impedimenti fino all’obbiettivo finale, il Bataclan.

Dalla lavanderia al ristorante, passando per il cafè. I terroristi dell’Isis hanno sparato contro le persone che stavano cenando tranquille con amici e parenti e in questo modo hanno attirato le forze dell’ordine in questi luoghi mentre loro continuavano la loro folle corsa, su una strada secondaria, che ora appare anche agli occhi degli studiosi come la più veloce, al Bataclan. Insomma il modello d’azione degli attentatori che si sono mossi nella città di Parigi pare essere stato quello del guerrigliero che conduce una scorreria nel campo nemico, lo stesso modello usato a Mumbaie al teatro Dubrovka di Mosca. Con questa strategia appare chiaro come le forze dell’ordine non sappiano come muoversi, dove correre e chi inseguire.

Come reagirà la Francia ora? Come reagiranno gli altri Paesi? Se il massacro di Parigi è davvero un atto di guerra, così come molti lo stanno definendo, pare proprio che, per l’articolo 5 del Trattato Nord Atlantico i paesi che fanno parte della Nato si debbano allineare allo stato attaccato, ovvero la Francia, ed utilizzare la forza militare per ristabilire la sicurezza.

acceleratore startup infinitearea

Startup Italia, InfiniteArea: l’incubatore che crea imprese innovative “a richiesta”

Parigi ultime notizie

Parigi, ultime notizie: Anonymous non perdona e insegue i terroristi