in ,

Parigi, chi è l’uomo armato ucciso oggi al commissariato

Avrebbe agito per vendicare la Siria l’uomo ucciso quest’oggi a Parigi che, armato di coltello e cintura esplosiva, poi rivelatasi falsa, ha cercato di fare irruzione al commissariato di Polizia in rue de La Goutte d’Or al grido di “Allah Akbar!”.

Ucciso a colpi di arma da fuoco dagli agenti, il giovane è risultato sprovvisto di documenti ma aveva un telefono cellulare in tasca. Si è dunque proceduto con la sua identificazione: si tratta di un marocchino di 20 anni, stando a quanto trapelato da fonti vicine agli inquirenti e citate dalla tv BFM.

L’aggressore aveva precedenti penali, dunque già noto alla polizia, per un furto commesso nel 2013. Addosso gli è stato trovato un testo di rivendicazione che portava il simbolo dell’Isis, con su scritto l’intento di “vendicare i morti in Siria” e il giuramento di fedeltà allo Stato Islamico e al Califfo Al-Baghdadi.

Anticipazioni Uomini e Donne trono classico: tensione fra Ludovica e Fabio

Napoli – Torino, post partita: la verità di Quagliarella sull’esultanza