in ,

Parigi, l’ambasciatore per la Santa Sede è omosessuale: il Vaticano gli nega l’accredito

Il futuro ambasciatore francese è omosessuale e la Santa Sede ritarda la sua nomina: questa la spinosa questione che coinvolge Laurent Stefanini, a detta di Parigi “la migliore personalità possibile per quel ruolo” e il Vaticano. Nonostante i rappresentanti della sala stampa vaticana continuino ad opporsi a questa idea, rispondendo “no comment” alle varie domande poste dai giornalisti negli ultimi mesi, sembra proprio che Stefanini si veda negata la possibilità di un’occupazione per la quale è più che qualificato solamente per il suo orientamento sessuale.

Tutto ciò andrebbe decisamente contro le ultime dichiarazioni di Papa Francesco e dal Sinodo dei vescovi sulla Famiglia, anche se in Curia fonti ufficiali cominciano ad ammettere che un qualche problema in effetti esista sul serio: la nomina dell’ambasciatore infatti sarebbe stata messa in discussione e rimandata in quanto Stefanini sarebbe sostenitore delle nozze gay.

La decisione per il momento è ancora sospesa e prima dell’ultima parola che spetterà ovviamente al Santo Padre, sarà l’arcivescovo Paul Richard Gallagher, segretario per i rapporti con gli Stati, ad occuparsi della faccenda. Nel frattempo la diplomazia pontificia spera forse che da Parigi possa arrivare la proposta di un altro candidato.

suarez squalificato

Suarez sul morso a Chiellini: “E’ un provocatore ma oggi non lo rifarei”

startup innovative

Startup innovative, WeBeers l’e-commerce di birra artigianale