in ,

Parigi, spari ed esplosioni: cosa sta succedendo? I terroristi avrebbero inneggiato ad Allah

A Parigi torna l’incubo terrorismo, in questo venerdì sera la città è letteralmente sotto assedio: tre attacchi terroristici avvenuti nel cuore della capitale poco tempo fa. La città è letteralmente precipitata nel panico, si ipotizzano almeno 40 morti ma non ci sono ancora fonti certe. I tre luoghi presi di mira sono stati un ristorante del X arrondissement, la sala concerti del Bataclan ed esplosioni attorno allo Stade de France dove si stava tenendo l’amichevole Francia- Germania, alla presenza di Hollande che è stato immediatamente allontanato.

La situazione è drammatica, il panico serpeggia, il rischio che le persone si accalchino sta portando le forze dell’ordine a cercare di contenere, per esempio, i tifosi accorsi allo Stadio che, in preda al terrore potrebbero generare una calca mortale; per questo non possono abbandonare la struttura. La situazione peggiore riguarda, però, la sala concerti di Bataclan: si ipotizza che circa 60 persone siano ostaggio dei terroristi.

L’ipotesi che questi attentati siano di matrice islamica non ha ancora trovato conferma ma, secondo le prime testimonianze dei superstiti, gli attentatori avrebbero aperto il fuoco gridando “Allah è grande“.

 

parigi uomini armati terrorismo

Attacco terroristico a Parigi: 3 sparatorie in contemporanea, almeno 18 morti

The Vampire Diaries 7 stagione, tutto torna: la gravidanza di Caroline, le gemelle di Alaric