in

Parma: 21enne sequestrata, stuprata e seviziata per ore, l’aguzzino è un noto imprenditore

Parma ragazza di 21 anni stuprata e seviziata per 5 ore da due uomini. Uno di loro è un volto noto in città: Federico Pesci, 48enne proprietario di una catena di negozi di abbigliamento sulla via Emilia Est e assiduo frequentatore dei locali della movida. Pesci è fidanzato. L’uomo avrebbe adescato la giovane vittima su Facebook e, dopo averla convinta a trascorrere insieme la serata in un locale, l’avrebbe poi portata in casa dove avrebbero dovuto consumare un rapporto consenziente. A quel punto – sempre secondo la ricostruzione degli inquirenti – sarebbe entrato in scena il suo complice, il 53enne spacciatore nigerianoWilson Ndu Aniyem. La povera vittima è stata sequestrata per cinque lunghe ore e sottoposta a sevizie. Entrambi i suoi aguzzini sono stati arrestati dalla Squadra Mobile della Procura di Parma.


Alla ragazzina sono stati prescritti 45 giorni di prognosi dopo le lesioni riportate in cinque ore di violenza e sevizie. E’ stato lo stesso Pesci a ‘liberarla’ e chiamare un taxi che la riportasse a casa. La giovane, sotto shock, non ha detto niente ai genitori i quali però si son comunque accorti che qualcosa non andava, soprattutto dopo avere notato gli strani segni sul corpo della figlia. Emersa la verità, la giovane è stata accompagnata dai carabinieri per sporgere denuncia. Pesci quando ha visto i militari piombati nella sua casa per arrestarlo ha esclamato: “Uno come me in galera? Una follia, un errore, cosa ho fatto di male?”. Chiusa la sua pagina Facebook, dove in poche ore sono arrivati tanti messaggi di insulti per lui.

Potrebbe interessarti anche: Manuela Bailo: nuovo video potrebbe spiegare movente delitto, c’è anche l’amante

Un incubo durato ore, durante le quali Pesci ha chiamato al telefono Aniyem chiedendogli di portare della droga. La città è sconvolta per quanto accaduto; al riguardo si è espresso anche il primo cittadino, Federico Pizzarotti, che ha parlato di “una vicenda agghiacciante, terribile. Difficile anche da leggere fino in fondo. Sia fatta giustizia senza se e senza ma. A nome di tutta la comunità parmigiana e della sua gente, ci stringiamo attorno alla ragazza che ha subìto forme di violenza indicibili. #Parma faccia scudo attorno a questa giovane donna e non la lasci mai sola. Ora c’è bisogno del sentimento forte e compatto di tutta la nostra piccola, grande comunità”.

Il piano di Autostrade per demolire e ricostruire il ponte crollato a Genova

Il piano di Autostrade per demolire e ricostruire il ponte crollato a Genova

Color Run 2018 programma

The Color Run, il 15 settembre a Milano la fine del tour 2018