in

Parma, l’ex presidente Ghirardi: “I debiti di 200 milioni sono una balla”

Continua la telenovela legata alla situazione del Parma calcio, con i Ducali che rimangono sempre sull’orlo del fallimento; i giocatori hanno indetto uno sciopero di 15′ nel prossimo turno di campionato per sensibilizzare la Lega al problema della squadra emiliana, visto che il neo presidente Manenti pare non aver trovato ancora la liquidità per appianare la situazione.

Intanto l’ex patron Ghirardi, bersagliato mediaticamente in queste settimane e preso di mira anche dalla tifoseria, che lo incolpa del disastro nei conti del Parma, ha voluto dire la sua sulle vicende societarie rilasciando alcune dichiarazioni importanti. Vi riportiamo qui di seguito le parole di Ghirardi, tratte da TuttoMercatoWeb.Com:

“Quella del buco da 200 milioni è una balla. Alla fine non mi pagò i dieci milioni ma si è accollato i debiti. Pensavo di aver ceduto il Parma alla persona giusta e invece mi sbagliavo. Chiedo scusa ai tifosi. Mi sento tradito da Taci, l’ho citato in sede civile, gli chiedo i danni per inadempienza del mandato contrattuale. Il debito di 88 milioni? Nel calcio è la normalità. Al Parma basterebbe vendere i giovani Mauri e Cerri e pure Defrel per abbatterlo a metà. Società molto importanti sono messe molto peggio del Parma”

Elena Ceste ultime news

Elena Ceste ultime news, parla Teresa, presunta amante di Michele: “Baci e carezze tra noi”

come eliminare rughe smartphone

Rughe da smartphone: come eliminarle