in ,

Parma omicidio mamma e figlia, Donadoni parla di Solomon Nyantakyi: “Sembrava un ragazzo tranquillo”

La tragedia che ha sconvolto Parma nella serata di martedì 11 luglio 2017 tocca anche il mondo del calcio. Roberto Donadoni, ex tecnico degli emiliani e attuale trainer del Bologna, parla di Solomon Nyantakyi, ex calciatore dei biancoscudati che ha assassinato mamma e sorella in quello che risulta essere un efferato delitto. Al Corriere della Sera, Donadoni parla di un ragazzo: “Taciturno ma bravo. Lo chiamai perché mi sembrava interessante. Si è allenato qualche volta con noi, poi l’ho portato in panchina per fargli sentire un po’ il campo della serie A. Era un centrocampista. Non sono riuscito a conoscerlo bene, ma quel poco che ho visto mi è sembrato di qualità.”

>>> Parma, Solomon confessa l’orribile omicidio <<<

A livello comportamentale Roberto Donadoni rivela come Solomon Nyantakyi gli sia sembrato: “Un ragazzo tranquillo. Però, ripeto, io non l’ho conosciuto a fondo. Lui veniva dalle giovanili del Parma, dove aveva vinto uno scudetto. Era fra i giovani più promettenti.” E su quanto accaduto a Parma, il tecnico del Bologna non riesce a darsi una spiegazione: “Ho sentito su di lui cose pazzesche. Se è tutto vero, mi risulta incomprensibile. Ripeto, se è vero, ha rovinato una famiglia e se stesso.”

Roberto Donadoni, pensando a Solomon Nyantakyi, non riesce: “A capire cosa possa passare per la testa di un giovane di quell’età per arrivare a tanto. Per fortuna si tratta di un caso isolato, non mi ero mai imbattuto in una vicenda così. Mi sembra tutto assurdo e atroce.”

Seguici sul nostro canale Telegram

Marita Comi fratello

Caso Yara news processo Massimo Bossetti: ricerche web a luci rosse, nuovo duro colpo per Marita Comi

Messaggio Truffa POstepay

Messaggio Postepay Bloccata: come non cadere nella truffa dell’estate