in

Part-time agevolato prima della pensione: che cos’è, chi riguarda e come cambia la busta paga

Il part-time agevolato è diventato realtà. Il decreto, approvato nelle ultime ore dal ministro del Lavoro Giuliano Poletti insieme al ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan e ora in attesa della registrazione presso la Corte dei Conti, dà il “là” a una misura che potrebbe cambiare, almeno nelle intenzioni, il volto di diverse aziende italiane: stiamo parlando del part-time incentivato per i lavoratori prossimi alla pensione, ovvero per tutti quei lavoratori che si trovano a tre anni dal requisito per la pensione di vecchiaia (al momento pari per i lavoratori dipendenti maschi a 66 anni e 7 mesi, per le lavoratrici nel privato a 65 anni e 7 mesi per il biennio 2016-2017 e 66 anni e 7 mesi per il 2018).

Prestissimo, quindi, i dipendenti delle aziende private avranno la possibilità di stipulare un accordo con il proprio datore di lavoro per convertire il proprio contratto a tempo pieno in un contratto a orario ridotto, accordando una riduzione dell’orario del 40-60%.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016

Cosa riceve in busta paga il pensionando? Oltre alla retribuzione per il part-time, il lavoratore si troverà una somma esentasse che corrisponde ai contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, calcolata sulla retribuzione per l’orario non lavorato. Con il riconoscimento della contribuzione figurativa da parte dello Stato, inoltre, l’importo della pensione non subirà decurtazioni, una volta che ci si allontanerà in modo definitivo dal lavoro.

Come si richiede il part-time agevolato? Il lavoratore deve recarsi agli sportelli dell’Inps, collegarsi all’ente per via telematica oppure rivolgersi ai patronati per ottenere il documento che certifica la presenza del requisito contributivo e la maturazione di quello anagrafico entro il 31 dicembre 2018. A questo punto sarà possibile stipulare un “contratto di lavoro a tempo parziale agevolato”, che dura fino al periodo in cui lavoratore va in pensione.

In apertura: enciktepstudio/Shutterstock.com

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

Bundesliga, arrestato il fratello di Huntelaar: sassaiola contro tifosi del Borussia Dortmund

Ansia 10 miti da sfatare secondo la Scienza

Ansia: i 10 luoghi comuni da sfatare secondo la Scienza