in ,

Pasqua 2015 pranzo di carne in Campania: ricette veloci del menù della tradizione

E’ Pasqua in ogni città e paese che vai, usanza che trovi. La Pasqua in Campania è un tripudio di cibo. Tavole imbandite dalla Domenica pasquale fino al Lunedì in albis, prodotti tipici esclusivamente della Campania e bontà che arricchiscono la storia e la tradizione culinaria della regione. I campani a Pasqua preferiscono la carne al pesce, adoperato invece durante le festività natalizie.

Si parte con l’antipasto composto dalla tipica “fellata” (termine dialettale per indicare gli affettati), la quale rappresenta la base principale del piatto arricchito poi dalla ricotta e dalle uova sode. Fra gli affettati i campani usano il salame, la pancetta e il prosciutto crudo. Il pranzo di Pasqua in Campania continua poi con la minestra, piatto tipico anche della tradizione natalizia, mentre per secondo vi è il “capretto alla napoletana”, cotto con i piselli e insaporito con uovo, formaggio e pepe. Il secondo piatto prevede anche cibo rustico come il “casatiello“, prodotto tipico della Campania. Il casatiello è una torta salata ripiena di formaggio, salame, pancetta e condita con uova sode poste o sopra l’impasto o al suo interno. Per finire come dolce la pastiera, altro prodotto tipico della tradizione campana. La pastiera è una torta di pasta frolla ripiena di un impasto formato da ricotta, grano bollito, uova, spezie e canditi.

Sicuramente il cibo è uno degli elementi caratteristici della Campania. Come Natale, anche la Pasqua si colorisce di tradizione legata agli alimenti che si cucinano esclusivamente nella regione del Sud. In questi giorni i cittadini campani hanno abbandonato la dieta per prepararsi alla scorpacciata pasquale.

Incendio vagone treno in Calabria

Brucia il vagone di un treno in Calabria: tanto spavento ma nessun ferito

Marita Comi fratello

Pomeriggio 5 anticipazioni puntata 1 aprile: la confessione della moglie di Massimo Bossetti