in

Pasquetta 2015 al Museo: ecco le mostre aperte più belle da visitare

Cosa fare a Pasquetta 2015? Nonostante le previsioni meteo lascino ben sperare per il tradizionale pic nic di Pasquetta i musei del Belpaese sono stati letteralmente presi d’assalto nella giornata odierna e – probabilmente – domani la processione si ripeterà. Vedere qualcosa di nuovo e, soprattutto, di bello farà bene al vostro umore. Provare per credere.

UrbanPost ha cercato per voi le mostre più belle d’Italia che domani saranno aperte e visitabili. Ecco il meglio dell’offerta culturale del nostro Paese. Iniziamo da Roma, fino a ottobre ai Musei Capitolini la mostra di Raffaello, Parmigianino e Barocci vi incanterà con la luminosità dei colori tipica di questi artisti. Se preferite uno sguardo sul Novecento scegliete alle Scuderie del Quirinale la mostra dedicata a Matisse “Arabesque”, mentre, al Complesso Vittoriano, troverete le rinomate nature morte di Giorgio Morandi.

A Milano, ai blocchi di partenza per Expo 2015, arriva Leonardo a Palazzo Reale mentre Medardo Rosso incanta alla GAM. A Venezia, al Palazzo Ducale potrete ammirare Henri Rousseau e il suo Candore Arcaico, mentre alla Fondazione Peggy Guggenheim è in scena l’action painting di Jackson Pollok. Se siete a Torino non perdetevi la mostra di Tamara de Lempicka a Palazzo Chiablese mentre a Genova, a Palazzo Ducale, vanno in mostra le splendide e inquietanti opere dell‘Espressionismo tedesco da Kirchner a Nolde.

Consigliato, a Bologna, Escher al Palazzo Albergati, mentre a Bergamo, alla celebre Accademia di Carrara, uno sguardo sulla bellezza di Palma il Vecchio. Ai Musei san Domenico di Forlì l’eleganza delle donne di Boldini mentre Ravenna accoglie al Museo della città un viaggio dal Risorgimento alla Grande Guerra: dai Macchiaioli ai Futuristi. A Forte di Bard ad Aosta è in mostra l’Astrattismo europeo da Malevich a Kandinsky

 

Musei Aperti Pasqua 2015

Musei aperti e gratis a Pasqua: è boom di visitatori

startup innovative

Impossible foods, Pasqua all’insegna della startup che mette d’accordo tutti