in

Patto per la scienza: anche Beppe Grillo e Matteo Renzi firmano l’appello del virologo Roberto Burioni

A volte la politica comunica bene: il Patto per la scienza, l’appello d’impegno politico promosso dal virologo Roberto Burioni, ha messo d’accordo diverse personalità politiche tra cui Matteo Renzi e Beppe Grillo. Uniti per la scienza, per la sicurezza del Paese e per arginare le fake news che rischiano di minare la medicina e la sicurezza nazionale. Roberto Burioni, immunologo non eccessivamente congeniale ai pentastellati, lo spiega bene sul sul sito, Medicalfacts, che in tema di fake news cerca di fare chiarezza, soprattutto perché è di salute pubblica che stiamo discorrendo. Il progetto sostenuto da Burioni e da Guido Silvestri, anche lui immunologo di fama internazionale, esige un impegno politico specifico da parte degli rappresentanti degli italiani, prevedendo la sottoscrizione di cinque promesse. Vediamole.

Patto per la scienza cos'è

“Il patto della scienza”, cos’è e cosa contiene

Il testo dell’appello richiede l’impegno politico su cinque aspetti: 1) «Mi impegno a sostenere la Scienza come valore universale di progresso dell’umanità, che non ha alcun “colore politico”, e che ha lo scopo di aumentare la conoscenza umana e migliorare la qualità di vita dei nostri simili»; 2) «Mi impegno a non sostenere o tollerare in alcun modo forme di pseudoscienza e/o di pseudomedicina che mettono a repentaglio la salute pubblica (negazionismo dell’AidsS, anti-vaccinismo, terapie non basate sull’evidenza scientifica, etc.)»; 3) «Mi impegno a governare e legiferare in modo tale da fermare l’operato di quegli pseudoscienziati che con affermazioni non-dimostrate ed allarmiste creano paure ingiustificate tra la popolazione nei confronti di presidi terapeutici validati dall’evidenza scientifica e medica»; 4)«Mi impegno ad implementare programmi capillari di informazione sulla Scienza per la popolazione, a partire dalla scuola dell’obbligo, e coinvolgendo media, divulgatori, comunicatori, ed ogni categoria di professionisti della ricerca e della sanità»; 5) «Mi impegno affinché si assicurino alla Scienza adeguati finanziamenti pubblici, a partire da un immediato raddoppio dei fondi ministeriali per la ricerca biomedica di base».

patto per la scienza burioni grillo renzi

In foto Roberto Burioni

Patto per la scienza: una base politica comune

Ha detto Albert Einstein che la «scienza, al confronto con la realtà, è primitiva e infantileEppure è la cosa più preziosa che abbiamo». Lo scrive lo stesso Burioni su Medicalfacts e tra le righe dell’articolo emerge un chiaro sintomo di fierezza. Deve esserci una base comune, evidenzia l’immunologo, sostenendo che la politica potrà anche dividersi – e lo fa naturalmente – ma un minimo comune denominatore deve pur esserci. Renzi, Grillo e con loro molti altri politici hanno sottoscritto questo “patto”: insieme per la sicurezza nazionale. I grillini sono attivi sul fronte vaccini già da tempo. Alcune vicende li hanno visti protagonisti di “fraintendimenti” in merito alla diffusione di fake news anti-vaccinali. I pentastellati hanno affidato a Guido Silvestri, capo del dipartimento di microbiologia e immunologia dell’Università Emory di Atlanta, editor di Journal of Virology, la più autorevole rivista internazionale del settore, il compito di redigere un documento sulla strategia del partito in tema di prevenzione vaccinale. In chiara direzione contraria, però, andavano certe posizioni anti scientifiche portate avanti da alcuni personaggi a nome del M5S. Per porre rimedio alla spiacevole situazione, Grillo specificava sul suo blog «Quella dei vaccini è una questione importante che merita la massima serietà. Siamo per accompagnamento alla vaccinazione, informazione capillare, vigilanza su efficacia e sicurezza. Politiche volte a garantire alti livelli di copertura. Dichiarazioni di natura diversa non rappresentano la posizione del Movimento. Ciò vale per le opinioni dei medici che intervengono ad audizioni in commissioni regionali e per i singoli consiglieri comunali: si esprimono a titolo personale». La firma del Patto per la scienza ha forse messo a tacere definitivamente qualsiasi congettura.

Leggi anche –> Tutte le notizie in tema di vaccinazione

Banca Monte dei Paschi di Siena assume 50 operatori di sportello commerciale

Oracle offerte di lavoro: nuove assunzioni nel settore informatico in Italia