in ,

Paul McCartney è morto, ma oggi compie 74 anni: storia di una leggenda

Impegnato in un tour mondiale che registra il sold out ad ogni data, Paul McCartney compie oggi 74 anni. Eppure, il cantautore sarebbe morto nel 1966, a causa di un incidente stradale avvenuto subito dopo aver lasciato di corsa la sala prove, a seguito di una lite con gli altri Beatles. La leggenda complice della certa aura di mistero, venuta a crearsi negli anni intorno al personaggio di Paul McCartney, è una delle più note del mondo del rock: ambiente scosso da morti sconvolgenti, movimentato da leggende di questo tipo e spesso raccontato attraverso la vita di eccessi condotta dalle rockstar.

Il mondo del rock è uno scrigno che custodisce gelosamente leggende, dalle più misteriose alle meno note. Tra queste, si parla spesso della Maledizione della J27 e di PID: Paul Is Dead. La leggenda sulla morte di Paul McCartney si tramanda da rocker a rocker dal 12 ottobre del 1969. Quella sera, il disc Jockey Russell Gibb rivelò, durante la diretta di una trasmissione radiofonica, che un ascoltatore anonimo lo avrebbe contattato per svelargli i dettagli della morte di Paul McCartney: secondo la versione ufficiale della leggenda che vede come protagonista Paul McCartney, il cantante, infuriato, si è messo alla guida della sua auto e ha dato un passaggio a Rita, una ragazza fuggita di casa che ha raccontato i suoi drammi proprio a Paul McCartney, durante il viaggio che li ha portati alla morte. Preso dalla storia, Paul McCartney è passato ad un semaforo con il rosso, perdendo la vita. Erano gli anni d’oro per i Beatles, che non potevano quindi permettersi uno scandalo di questa portata: con l’aiuto del manager avrebbero insabbiato la cosa, cercando un sosia e seppellendo il vero Paul McCartney.

Ad oggi, la leggenda è per lo più un curioso aneddoto che affascina gli amanti del rock. Più volte, infatti, i Beatles e Paul McCartney hanno smentito la notizia. La cosa curiosa, però, è che i fan hanno trovato degli indizi che confermerebbero l’effettiva morte di Paul McCartney. Un brano che svelerebbero la vera morte di Paul McCartney è Yesterday, anche se la canzone risale al 1965, un anno primo del fatidico incidente: “I’m not half the man I used to be, there’ s a shadow hanging over me” recitano i Beatles. Nella copertina di Help, inoltre, Paul McCartney è l’unico dei Beatles a non indossare un cappello, cosa interpretata come un simbolo della decapitazione di Paul McCartney, dovuta al forte impatto in auto.

UEFA EURO facebook

Belgio – Irlanda diretta live Euro 2016: aggiornamenti e risultato finale 3-0

Euro 2016, proposta incredibile per la Russia e Kokorin: due gol e una notte con Alina Yeremenko