in ,

Pavia, uccide la madre e accoltella il padre: “Volevo completare l’opera”, arrestato 23enne

Marco, 23enne di Villanova di Giussago, è in stato di fermo giudiziario. Dopo essere stato sottoposto a TSO all’ospedale San Paolo di Milano, ha confessato di avere ucciso la madre 50enne, Rosina Papparella.

Pavia donna strangolata: corpo nascosto in silos, sospetti sul figlio 23enne

La povera donna è stata gettata in un silos abbandonato, il suo corpo quasi mummificato è stato rinvenuto poco più di 24 ore fa dalle forze dell’ordine. Se il figlio sabato scorso non avesse tentato di uccidere a coltellate anche il padre disabile (salvo per miracolo), nonché marito della vittima, forse le indagini non sarebbero mai partite e alla verità non si sarebbe mai arrivati.

Quando il marito 54enne era andato a denunciarne la scomparsa, infatti, scrive La Provincia Pavese che i carabinieri del comando provinciale gli avrebbero consigliato di attendere, ipotizzando un suo possibile ritorno a casa e, dunque, l’allontanamento volontario. Ecco perché le ricerche della donna non sarebbero scattate tempestivamente.

Ai sanitari e ai carabinieri il ragazzo avrebbe farfugliato qualche frase confusa, ammettendo la lite con il padre, per poi dire: “Volevo completare l’opera”. Al culmine di una lite Marco ha accoltellato il padre, un fendente che per fortuna non ha leso organi vitali. Dopo il tentato omicidio qualche accenno alla madre, che ha permesso ai carabinieri di trovare il cadavere della vittima nelle campagne pavesi, tra Certosa e Giussago.

Seguici sul nostro canale Telegram

antonio cassano alla sampdoria

Antonio Cassano ritiro, Carolina Marcialis rompe il silenzio: “Vi dico tutto”

Le CoopTimeStories indicano i valori di casa Coop: le storie che si ritrovano nella musica di Levante (VIDEO)