in ,

Pechino Express 2016, intervista a Raffaella Modugno: “ecco il mio sogno nel cassetto”

Raffaella Modugno ha preso parte a Pechino Express 2016 insieme a Benedetta Mazza, collega che conosceva già da tempo. Durante il viaggio, le Naturali hanno avuto modo di approfondire la loro conoscenza e, ora, sono più unite di prima. Raffaella Modugno ha raccontato alla redazione di UrbanPost come ha vissuto l’esperienza che, sicuramente, ha contribuito ad arricchire il suo bagaglio personale.

Come hai vissuto questa esperienza e come mai hai deciso di partecipare a Pechino Express?

“Pechino Express è una di quelle esperienze che rifaresti mille volte nella vita, è stato bellissimo vivere un’avventura davvero unica. Ho scoperto grazie a questa esperienza di avere uno spirito di adattamento enorme, che non credevo di avere. Quando mi hanno proposto il programma ho saputo che avrei partecipato con Benedetta ed ero già contenta di questo, perché la conoscevo poco ma è una di quelle persone che hai sempre il piacere di incontrare. Io sono sincera, non guardo la televisione quindi non conoscevo il programma. Degli amici mi hanno detto che Pechino Express è il programma più bello della tv e quindi mi hanno convinta. Sono partita e sono felice di averlo fatto.

Qual è stata la sfida più difficile che avete affrontato, ma che vi ha aiutato maggiormente a superare le vostre paure?

“Mi sono trovata ad affrontare sfide che non mi sarei mai sognata di accettare in un altro contesto. Ce l’ho messa tutta, come Benedetta. Non ci siamo fermate nemmeno di fronte alle nostre paure. In realtà, rispetto a quello degli altri, il nostro percorso è stato meno lungo, quindi non abbiamo affrontato le prove dure che in effetti sono arrivate dopo la nostra eliminazione. Entrambe avevamo paura delle galline ma ci siamo fatte coraggio ed entrambe abbiamo superato la paura”.

Come descriveresti il viaggio che si vive quando si partecipa a Pechino Express?

“Incredibile. Bisognerebbe soltanto viverlo, perché non si può raccontare e guardando la puntata non si capisce realmente com’è. Anche io, per esempio, quando guardo Pechino Express in televisione, dico <ma non è così, è molto meglio>”.

L’esperienza ha influito sulla tua immagine?

“Io ho scelto di partecipare anche per far vedere come sono. Spesso la gente si basa su quello che scrivo sui social e pensa che mi interessi ad un tipo di vita. Tramite il programma ho potuto dimostrare ben altro e quindi mi sono fatta conoscere. Mi dispiace che si sia visto molto poco di noi. I riscontri avuti però non sono negativi: abbiamo ricevuto diversi complimenti, oppure siamo risultate indifferenti perché, obiettivamente, non si è visto molto di noi. A volte sarò risultata antipatica perché ho affrontato Tina Cipollari”.

Quanto credi che abbia influito la dicussione con Tina Cipollari sull’opinione che hanno di te i telespettatori?

Anche per quanto riguarda lo scontro con Tina Cipollari mi dispiace che sia andata in onda soltanto una parte. Si vede che io incasso da Tina, quando in realtà io le ho detto cose molte vere, alle quali lei non sapeva come rispondere e quindi se n’è uscita con un commento molto poco carino, cosa che poi non hanno fatto vedere”.

Quali sono i progetti per il futuro e per la tua carriera?

“Ho sempre detto che il programma non mi avrebbe aiutato molto a livello lavorativo. Ha permesso alla gente di conoscermi, ma come ho lavorato prima continuo a lavorare adesso, perché comunque ho sempre lavorato all’estero e pochissimo in Italia. Non ti nascondo che un sogno nel cassetto sarebbe quello di affiancare Carlo Conti come valletta durante una delle prossime edizioni di Sanremo”. 

ponte dell'Immacolata 2016 viaggi low cost

Ponte dell’Immacolata 2016: dove andare in Europa per una vacanza low cost

Halloween 2016 dove andare Napoli Milano Roma

Halloween 2016: dove andare? Feste ed eventi a Roma, Milano e Napoli, tra horror show e stregoneria