in ,

Pechino Express, intervista a Benedetta Mazza delle Naturali: “le emozioni non conoscono confini”

L’avventura di Pechino Express si è conclusa, ma Benedetta Mazza è pronta a ripartire, questa volta per portare avanti i suoi progetti per il futuro. Abbiamo intervistato la concorrente di Pechino Express, che racconta ai lettori di UrbanPost come ha vissuto la sua esperienza e quali sono i piani lavorativi per il prossimo periodo.

1) Durante la scorsa puntata di Pechino Express, Le Naturali hanno dovuto abbandonare il gioco. Come hai vissuto l’eliminazione e l’intero percorso?

Ho vissuto l’eliminazione decisamente “bene”. Chiaramente speravo di rimanere in gara per più tempo, ma sapendo d’aver dato il massimo ed avendo preso parte ad un programma decisamente unico per le sue condizioni, mi sono sentita comunque fortunata ad aver partecipato. È stata un’esperienza fantastica”.

2) Cosa ti ha spinto a partire per vivere un’avventura come quella che caratterizza Pechino Express?

“Ho deciso di provare a partecipare a Pechino Express perché sotto sotto ho uno spirito avventuriero e adoro conoscere realtà diverse dalla mia, soprattutto se sono legate a culture e luoghi diversi da quelli che posso incontrare ogni giorno. Avevo voglia di mettermi alla prova e penso che viaggiare e conoscere il mondo sia una delle cose più grandiose che l’uomo possa fare”.

3) Le corse, le sfide, i rapporti con gli altri concorrenti e i luoghi visitati: le tue aspettative sono state soddisfatte?

“Le mie aspettative sono state assolutamente soddisfatte. I luoghi erano meravigliosi e la natura rigogliosa, le persone mi hanno regalato immagini che porterò per sempre con me e io stessa ho scoperto nuove cose del mio carattere e mi sono confrontata con i miei limiti. Questo viaggio mi ha arricchita profondamente anche se non è durato tantissimo”.

4) Pechino Express – Le Civiltà Perdute: tra le mete che hai avuto modo di vivere, quale rappresenta maggiormente il titolo dell’adventure game?

“Non c’è una meta che meglio rappresenta quest’avventura. Penso sia l’insieme dei luoghi visitati a far capire come il mondo sia composto da mille sfaccettature di persone, luoghi e modi di vivere. Proprio a causa di questa vastità di sfumature, l’unica cosa che rimane invariata come se fosse un linguaggio universale è il linguaggio delle emozioni: gli sguardi non conoscono confini”.

5) Quali sono i tuoi progetti per il futuro?

“Qualcosa bolle in pentola e per scaramanzia non diciamo niente. Per il resto sto creando una mia linea di luxury denim con la mia socia Cinzia di Sabatino. Spero tanto che questo programma mi porti fortuna”.

Le Iene eleonora brigliadori

Le iene: Eleonora Brigliadori e la crociata anti-chemio, aggredita Nadia Toffa

vicenza trovato morto bimbo scomparso

Fiumicino ultim’ora: bimbo di 11 anni cade in canale e muore affogato