in ,

Pedofilia a Roma, arrestato noto pr: rapporti con ragazzini in cambio di felpe e ricariche

Squallida storia di degrado e prostituzione arriva dai quartieri a nord di Roma. Un 56enne romano, noto pr, è stato arrestato con l’accusa di avere sfruttato e fatto prostituire ragazzini minorenni, di età compresa fra i 14 e 16 anni, legandoli a sé attraverso sporchi ricatti come la proposta di rapporti a luci rosse in cambio di felpe firmate e ricariche per i cellulari.

Ragazzini dei quartieri di Ponte Milvio, Fleming, Cassia, e Flaminia, adescati e finiti nella grinfie del loro aguzzino, che gli inquirenti avrebbero bollato come “pedofilo con il ‘vizio’ dei maschi adolescenti”. L’arrestato sarebbe un noto pr della Capitale, benestante e insospettabileIl Messaggero ha svelato la sua identità: si chiama Claudio Nucci e, su richiesta del pm Eugenio Albamonte e del procuratore aggiunto, Maria Monteleone, è stato arrestato a inizio febbraio.

La Polizia giudiziaria è giunta a lui dopo la segnalazione di un parente di una delle giovani vittime, insospettitosi per certi atteggiamenti equivoci del giovane. Sul cellulare di uno dei ragazzini sfruttati sarebbero state trovate le prove inconfutabili del giro di prostituzione minorile di cui in oggetto: messaggi inequivocabili, video, chat, riferimento a specifici luoghi ed orari di appuntamento per gli incontri a luci rosse, addirittura velate minacce e la richiesta ai giovani di portare con sé anche altri amichetti.

Nucci secondo l’accusa avrebbe sempre intrattenuto rapporti intimi con ciascuno di loro, ma separatamente, senza fare incontrare i ragazzini. Avrebbe pagato le loro prestazioni dai 50 ai 100 euro, con ricariche di telefonino, con felpe e scarpe da ginnastica alla moda.

Prostituzione minorile – Image credit: Shutterstock 

Uomini e Donne i nomi dei nuovi tronisti

Anticipazioni Uomini e Donne trono classico: ecco quando sarà registrata la prossima puntata

Servizio Civile Puglia

Servizio Civile Puglia 2016: bando, requisiti e scadenze, 423 i posti disponibili