in ,

Pedofilia, indagine Ipsos: un italiano su tre la trova “accettabile”

Un’indagine Ipsos per Save the Children ha messo in luce un risultato sconcertante: per un italiano su tre la pedofilia è “accettabile”. Più del 38% degli italiani interpellati non si scandalizza affatto dell’incontro sessuale tra un adulto e un minore. Dai dettagli emerge che i contatti con i minori che non si conoscono personalmente avviene in Rete, attraverso i social network.pedofilia in rete

Il 28% degli adulti ha infatti tra i propri contatti ‘social’ molti adolescenti, con i quali può capitare che l’iniziativa ad un approccio sessuale, in primis online, parta proprio dagli stessi. Sono questi i dati di un’indagine che è stata condotta nel gennaio scorso, su un campione di 1.001 adulti tra i 25 e i 65 anni. Una ricerca realizzata in concomitanza con il Safer Internet Day 2014, la giornata dedicata dalla Commissione Europea alla sensibilizzazione dei più giovani (e non solo) ad un uso corretto e consapevole di internet, che ricorre l’11 febbraio.

Tra i fruitori del web tantissimi (ben il 37%) over 45, che attraverso i social network vanno cercando contatti virtuali con la speranza di colmare vuoti affettivi reali. La cosa che più colpisce è che tanti di questi adulti giustifichino approcci di natura sessuale con minori, attribuendo ogni responsabilità alle piccole vittime, spesso manipolate e plagiate.

Seguici sul nostro canale Telegram

Carlo e Camilla

I Windsor insieme per la campagna “Unite for Wildlife” (Video)

Mercato, Juventus: il Manchester United offre 70 milioni per Pogba-Vidal