in ,

Peli sottopelle: cause e rimedi naturali fai da te per farli uscire

Uno dei problemi più fastidiosi della depilazione è a formazione dei peli incarniti sottopelle. Malgrado si cerchi di adottare metodi di depilazione poco invasivi o naturali, i peli non sono fatti per essere strappati e, quando accade, durante la ricrescita non fuoriescono naturalmente ma rimangono incastrati sotto la pelle creando fastidiose irritazione. Molte sono le cause, oltre alla depilazione, come una mancata idratazione della pelle. Trascurando questa anomalia, si rischia di incappare in una fastidiosa e poco estetica follicolite, quindi bisogna cercare di prevenire e curare i peli sottopelle.

Per prevenire i peli sottopelle per prima cosa bisogna idratare costantemente la pelle, quindi evitare saponi e bagnoschiuma aggressivi e utilizzare dopo la doccia una buona crema idratante. Inoltre bisognerebbe evitare la depilazione con la lametta o il silk-epil che rompe il pelo anziché strapparlo alla radice.

Invece, nel caso in cui si sia già soggette ai peli incarniti, è bene farli uscire per evitare infezioni. A questo proposito la prima mossa da fare è uno scrub per eliminare le cellule di pelle morte e permettere al pelo di uscire. Se ne avete la possibilità, un ottimo metodo naturale è con la sabbia del mare bagnata che renderà la pelle morbida e liscia. Una alternativa casalinga è un composto formato da due cucchiai di zucchero (meglio se di canna), due di miele e uno di yogurt bianco. Massaggiate le vostre gambe con l’impasto e sciacquate con acqua tiepida. I vostri peli sottopelle usciranno in superficie e potrete strapparli semplicemente con una pinzetta.

Credit Foto:  antoniodiaz / Shutterstock

Caltanissetta studente bufale

Caltanissetta, studente guadagna scrivendo bufale razziste sul web: fermato dalla polizia postale

Attore Jay Bowdy morto suicida

Agguato mortale a Napoli: 24enne giustiziato in strada