in ,

Pelle umana riprodotta in laboratorio: sarà eticamente facile effettuare test

Come pubblicato sulle pagine di Stem Cell Research, gli studiosi hanno scoperto una metodica adatta a produrre quantità illimitate di cheratinociti, le cellule che abbondano nell’epidermide. La scoperta effettuata presso la King’s College di Londra e la San Francisco Veteran Affairs Medical Center (SFVAMC), da ricercarori inglesi ed americani guidati da Dusko Ilic e da Theodora Mauro, consentirà di testare con efficacia la sicurezza di cosmetici e farmaci.

test sulla pelle

In questo modo si può ottenere una pelle umana che ha la stessa barriera funzionale idonea a proteggre l’organismo umano dalla disidratazione e dall’aggressione di microbi e tossine. Pertanto, sulla pelle così ottenuta, si potrà testare con efficacia l’applicazione di cosmetici o di altre sostanze. Senza bisogno di ricorrere all’utilizzo di cellule staminali ed embrionali sarà possibile, quindi, riprodurre una pelle significativamente simile a quella umana. In tal modo il compito sarà meno oneroso anche dal punto di vista etico.

Ottenendo un numero illimitato di cheratinociti geneticamente identici si potranno studiare una serie di disturbi in cui la barriera funzionale della pelle presenta difetti, trovando soluzioni efficaci per stimolare la sua riparazione e guarigione. Inoltre l’applicazione della nuova metodica potrà essere utilizzata su scala industriale per testare cosmetici e farmaci.

Seguici sul nostro canale Telegram

Selvaggia Lucarelli

Selvaggia Lucarelli attacca Checco Zalone: “Uomo poco evoluto”

news pescara

Lasciate spesso i vostri figli da soli? Ecco come stare con loro