in ,

Pensionato decapitato a Lumarzo: la testa non si trova, ma i suoi cani fiutano qualcosa nel bosco

La figlia di Albano Crocco, l’infermiere in pensione ucciso a fucilate e decapitato, martedì scorso, nel bosco di Lumarzo (Genova) dove si era recato per cercar funghi, è tornata nel luogo in cui è stato ritrovato il cadavere mutilato dell’uomo.

La donna ha portato con sé i cani del padre, i quali avrebbero fiutato qualcosa e scavato a lungo in un punto esatto del sentiero, tanto da farla insospettire e indurla a chiamare le forze dell’ordine. Gli inquirenti avrebbero dunque deciso di andare a fondo nella vicenda ed ispezionare tutta la zona con l’aiuto di cani molecolari esperti nella ricerca di cadaveri: a tal fine nelle prossime ore arriveranno le unità cinofile di Bologna, che daranno un compendio alla ricerche della testa dell’uomo, che non si trova.

Leggi anche: Lumarzo omicidio Albano Crocco, l’autopsia: “Decapitato quando era ancora vivo”

Intanto gli accertamenti degli inquirenti proseguono, in particolare quelli relativi alla visione dei filmati delle telecamere di videosorveglianza della zona e all’alibi di Claudio Borgarelli, nipote della vittima e unico indagato per il delitto. L’uomo, che ha ammesso di avere avuto in passato screzi con lo zio per questione di terreni, ha riferito di avere udito degli spari quella mattina, ma nega tuttavia ogni coinvolgimento nell’omicidio, e si è detto disponibile a fornire prove certe del fatto che all’ora del delitto si trovasse a Genova per sbrigare delle faccende.

L’auto di Albano Crocco è stata ritrovata proprio vicino all’abitazione di Borgarelli, ed è possibile che le telecamere abbiano ripreso il passaggio della vittima, che da lì avrebbe proseguito a piedi il suo percorso. (Nipote di Albano Crcco, foto da Chi l’ha visto?)

Seguici sul nostro canale Telegram

Besiktas Napoli Champions League

Dove vedere Napoli – Besiktas: ora diretta tv, streaming gratis Champions League

oroscopo toro novembre 2016

Oroscopo Paolo Fox Novembre 2016, Toro: le previsioni del segno