in

Pensione di cittadinanza, a 106 anni ritira la card con 86 euro: «Meglio questo che niente!»

«Menzus custu chi non nudda», queste le parole di un’anziana signora sarda, che tradotte significano grossomodo «Meglio questo che niente!». A pronunciarle Ignazia Mula, che all’età di 106 anni, si è recata personalmente all’ufficio postale del paese più vicino per ritirare la card della pensione di cittadinanza, il sussidio tanto voluto dal Movimento Cinque Stelle, che frutterà alla nonnina 86 euro in più al mese.

Pensione di cittadinanza, la storia della nonnina sarda Ignazia Mula

Un aiuto che la signora ha accolto con gioia: niente delega o ritiro presso altra sede. Come ha raccontato la badante: «Al telefono ho chiesto di poterla ritirare io con la delega della figlia ma è stato inutile anche quando ho spiegato che la signora ha più di 106 anni!». Così per ottenere gli 86 euro Ignazia Mula è dovuta andare dal paese costiero di Cala Gonone, dove vive, a Dorgali, nel Nuorese, dove c’era l’ufficio postale. «È stata una bella fatica ma ne è valsa la pena!», ha spiegato la signora che, nonostante l’età, è piena di energie.

Pensione di cittadinanza, anziana signora ritira la card da 86 euro

La vicenda è stata raccontata dalla Nuova Sardegna ed è stata poi riportata da diversi quotidiani, come se la storia di questa anziana signora nascondesse dietro un messaggio, che è un po’ una filosofia di vita: meglio non pensare a quel poco che si ha, ma a quello che si può fare con quello che si possiede e che di buono arriva. La centenaria Ignazia Mula, quasi del tutto autosufficiente e assistita da una badante, si è presentata alle poste per apporre di persona le tre firme necessarie per ricevere il beneficio che andrà ad integrare i suoi 625 euro di pensione di vecchiaia. Un gesto non da poco per la nonnina, che ha spiegato: «Non mi fecero frequentare la scuola e ho imparato a scrivere da grande però un diplomino mi sarebbe piaciuto tantissimo!». Al mese, dunque, la signora si troverà quindi un totale di 706 euro e di questo si è detta contenta.

leggi anche l’articolo —> Reddito di cittadinanza, Raffaella Parvolo esulta per aver ricevuto la card: «Alla faccia di chi lavora!», ma è un troll

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost e LuxGallery. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva ormai da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 le viene conferito il riconoscimento di "Laureato Eccellente Sapienza" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly" e "SuccedeOggi" e riviste letterarie come "Carte Allineate", "Fillide" ed "Euterpe". Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Matteo Salvini da Lilli Gruber: «Non mi pagano per essere educato»

Fatima Trotta, su Instagram lato b fasciatissimo e ‘scintillante’: “Un angelo del peccato”